-
Eventi nazionali

Kinder +sport, Rita Grande: “Il Master e molto di più”

Dal 20 al 29 agosto la Capitale ospita un migliaio di giovani per il Master dello storico circuito promozionale. 14 edizioni disputate, 126 tappe nel 2019 per oltre 17.000 partecipanti complessivi e 1.149 qualificati all’ultimo atto

di | 17 agosto 2019

Roma si prepara all’invasione. Di quelle gioiose e sorridenti. Sì, perché a fine agosto, dal 20 al 29, la Capitale ospiterà oltre mille giovani e giovanissimi, dai 9 ai 16 anni (quest'anno le classi dal 2003 al 2010), per il gran finale del Circuito promozionale Tennis Trophy FIT Kinder +Sport 2019. Rita Grande, ex Top 30 Wta e ideatrice della manifestazione nel 2006, ci ha raccontato cosa è successo e cosa dovrà ancora accadere in questa edizione.

GUARDA LE IMMAGINI DELL’ATMOSFERA DA MASTER KINDER +SPORT

Rita, iniziamo dando un po' di numeri?
"Il primo numero è il 14, cioè le edizioni del circuito. Il secondo è il 126 che sono le tappe disputate quest'anno da febbraio a luglio: 112 ordinarie che hanno qualificato al Master tutti i finalisti e 14 speciali presso i Centri Estivi FIT che hanno promosso anche i semifinalisti. Il terzo numero è il 18, come le regioni d'Italia coinvolte. Il quarto è il 17.000, più o meno, che corrisponde ai partecipanti complessivi. Gli ultimi due sono 1.149 e 13 che rappresentano, rispettivamente, gli iscritti al Master e i suoi tabelloni (under 9, 10, 11, 12, 14 e 16 maschile e femminile ed under 13 maschile ndr)”.

E come giudichi questi numeri?
“Sono numeri importanti che confermano quanto fatto nel 2018 e riconfermarsi, stagione dopo stagione, non è mai facile. Bisogna inoltre considerare che quest'anno il Master non si disputerà più al Foro Italico, ma si dividerà in tre circoli romani: il Play Pisana di Max Giusti, che sarà la sede centrale dove si disputeranno le semifinali e le finali con i perdenti delle 'semi' che saliranno entrambi sul terzo gradino del podio, il Due Ponti Sporting Club e il Tennis Club Kipling”.

Una bella novità, ma non l’unica quest’anno.
“La grande novità 2019 è stata l'introduzione della categoria wheelchair che ha coinvolto una trentina di giovani tennisti in carrozzina. Si sono disputate quattro tappe che hanno avuto notevole successo con una partecipazione crescente. Il 28-29 agosto si terrà un secondo Master, il Master Wheelchair, con cinque protagonisti che hanno partecipato alle varie tappe. Questi ragazzi non si sfideranno solo tra di loro, ma giocheranno anche dei doppi in coppia con atleti normodotati. Si tratta di una gran bella iniziativa, tesa a favorire l'inclusione e l’integrazione”.

Il Master non sarà però solo tennis.
“Vero, il Kinder è un progetto di responsabilità sociale. Il sano agonismo della competizione sarà affiancato dall'aspetto ludico che punta a sviluppare l'interazione tra i ragazzi. Al Due Ponti saranno allestiti diversi stand dove si potrà giocare a basket, calcio balilla, ping-pong… Nella serata di venerdì 23 agosto ci sarà poi il players party con il sorteggio dei premi: tre racchette Babolat dei campioni autografate, due da Rafael Nadal e una da Caroline Wozniacki; e per i giovani partecipanti e per i loro maestri tre orologi offerti da Capri Watch“.

il nostro è un progetto di responsabilità sociale. Il sano agonismo della competizione è affiancato dall'aspetto ludico che punta a sviluppare interazione tra i ragazzi
E dopo il Master di Roma?
“Ci sarà un altro Master ancora, quello internazionale, che si terrà al Country Club di Monte-Carlo dal 17 al 20 ottobre e che quest'anno vedrà protagoniste ben 12 nazioni, tra cui le new entry Bielorussia e Ucraina. Gli otto finalisti e le otto finaliste delle categorie under 9, 10, 11 e 12 del Master di Roma saranno ammessi a partecipare al Master di Monte-Carlo con ospitalità gratuita. I sei finalisti e le quattro finaliste delle categorie under 13, 14 e 16 saranno, invece, ammessi alla partecipazione del Master del Circuito giovanile Junior Next Gen Italia 2019 in programma a Milano dal 5 al 9 novembre”.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi