-
Eventi Internazionali

Restrizioni governative: cancellati i tornei in Cina, comprese le Wta Finals

L’annuncio fa seguito alla decisione del governo cinese di non far svolgere manifestazioni sportive internazionali sul territorio cinese per tutto il 2020

24 luglio 2020

L'ATP ha annunciato l'annullamento di tutte le tappe dell’Atp Tour in Cina per il 2020, a seguito di una direttiva del governo cinese relativa agli eventi sportivi in risposta continua alla pandemia di COVID-19. E lo stesso annuncio è arrivato dalla Wta, colpita ancora più duramente, per le prove femminili che comprendono anche le Shiseido Wta Finals di Shenzhen.

"Siamo estremamente delusi dal fatto che i nostri eventi di livello mondiale non possano aver luogo in Cina quest'anno", ha dichiarato l’amministratore delegato della WTA Steve Simon in una nota, che lunedì scorso aveva sostenuto che le probabilità di giocare sul suolo cinese erano alte “al 50%".

"Sfortunatamente, questa decisione include anche la cancellazione della Shiseido WTA Finals Shenzhen e, di conseguenza, della corrispondente Porsche Race to Shenzhen. Tuttavia – ha aggiunto - rispettiamo la decisione presa (dalle autorità cinesi) e non vediamo l'ora di tornare in Cina per la prossima stagione".

Tra gli eventi cancellati c’è anche il Wuhan Open WTA, che prometteva di avere un forte impatto simbolico nella prima città al mondo colpita da Covid-19.

La direttiva, emessa all'inizio di questo mese dall'Amministrazione generale dello sport in Cina, stabilisce che sul territorio cinese non si potrà svolgere alcun evento sportivo internazionale per il resto dell'anno.

Di conseguenza sono 11 gli eventi tennistici cancellati, quattro maschili e 7 femminili. Per quanto riguarda il calendario Atp si tratta del Rolex Shanghai Masters, unico torneo asiatico incluso tra gli ATP Masters 1000, del China Open a Pechino (ATP 500) nonché delle prove di Chengdu Open e Zhuhai (ATP 250).

Sul versante Wta vengono meno le prove di Pechino, Wuhan, Nanchang, Zhengzhou, le Shiseido Wta Finals di  Shenzhen, il Wta Elite Trophy Zhuhai e Guangzhou.

Oltre alle 11 prove ATP Tour e Wta Tour interessate, la decisione governativa si applica anche agli altri importanti eventi sportivi internazionali in programma in Cina.

“Il nostro approccio nella gestione di questa pandemia è stato quello di seguire sempre le indicazioni locali nella prospettiva di mantenere in calendario gli eventi. Rispettiamo la decisione del governo cinese di fare ciò che è meglio per il Paese in di fronte a una situazione globale senza precedenti ", ha dichiarato il presidente dell’Atp Andrea Gaudenzi. "È con un peso sul cuore che annunciamo che i tornei ATP non si giocheranno in Cina quest'anno. Si tratta di eventi importanti che sono stati il riferimento fondamentale per la presenza del Tour in Asia e voglio ringraziare gli organizzatori per il loro impegno e la loro collaborazione. I fan cinesi sono tra i più appassionati al mondo e so che i giocatori non vedono l'ora che arrivi la prossima opportunità di giocare di fronte a loro”.

L'ATP, conclude il comunicato, continua a lavorare su un nuovo calendario, rivisto, per la parte finale della stagione 2020, che conduce alle Nitto Atp Finals di novembre. Un ulteriore aggiornamento è previsto nelle prossime due settimane.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi