-
Eventi Internazionali

Gli Usa pronti a ripartire con IL tennis: ecco il vademecum sicurezza

Il Governo statunitense ha presentato le linee guida di 'Opening Up America Again” e la Usta, presentando il tennis come lo sport più sicuro, ha preparato una serie di consigli e raccomandazioni per evitare i rischi anche minimi

di | 23 aprile 2020

Anche negli Stati Uniti si prepara la ripartenza. Il Governo Federale ha stabilito alcune linee guida con il programmna "Opening Up America Again" dello scorso 16 aprile e negli Stati in cui ci saranno le condizioni le attività riprenderanno progressivamente con la possibilità di farlo in sicurezza. In tema di sport, il tennis è considerato sicuro. E dunque pronto a ripartire.

Andando in questa prospettiva la Usta, Federazione tennis Americana, ha stilato una serie di consigli e raccomandazioni per tornare a giocare in sicurezza, puntando sul fatto che il tennis non è uno sport di contatto e chi lo pratica può godere di tutti i suoi benefici sul piano fisico e mentale pur mantenendo la distanza sociale di sicurezza (negli Usa è stata stabilita in “six feet”, sei piedi, cioè un metro e 80 centimetri).

Le raccomandazioni sono molto scrupolose e tengono conto che il virus pare poter sopravvivere sulle superfici dure o sugli oggetti, come la palla da tennis, fino a 72 ore. Un fatto non confermato che però ha spinto gli esperti dell’Usta a essere comunque prudenti. Ecco il loro vademecum del tennis sicuro.

PRIMA DI ANDARE A GIOCARE

 

  • Assicurati che nella tua Regione la ripresa del gioco sia stata formalmente autorizzata dalla Autorità locali e/o statali.
  • Tieni presente che, in ogni modo, anche nella cosiddetta Fase 2 e successive, tutte le persone, quando si trovano in spazi pubblici, devono cercare di stare più distanziate possibile.
  • Considera che, anche quando si passerà alle successive fasi di riapertura e ripresa delle attività, bisognerà continuare a usare precauzioni e rispettare norme di sicurezza almeno fino a quando non saranno disponibili cure o vaccini contro il Coronavirus.
  • Il settore medico della Usta raccomanda ai giocatori agonisti di riprendere l’attività con gradualità prima di ricominciare con le competizioni. Considerato il periodo di inattività e la mancanza di allenamento ci potrebbe essere il rischio di ripartire con troppa intensità e incorrere in infortuni. Si suggerisce un periodo di tre settimane di allenamento, in campo e sotto il profilo fisico, prima di riprendere con i tornei.
  • Si suggerisce di cominciare a giocare con i famigliari o con persone che vivono con noi o vicino a noi o che comunque sono considerate a basso rischio
  • Non giocate se qualcuno di voi:

      Ha qualunque sintomo che possa essere ricondotto al Coronavirus (disturbi all’apparato respiratorio con febbre, tosse o difficoltà a respirare)

     E’ venuto a contatto con qualcuno affetto da COVID-19 negli ultimi 14 giorni;

    E’ una persona “vulnerabile”. Dove per “vulnerabile” si intende che ha superato una certa età e/o presenta seri problemi di salute come pressione arteriosa alta, malattie polmonari, diabete, obesità, asma oppure ha un sistema immunitario debole perché si sottopone a chemioterapia a causa di un tumore o di altra patologia simile.

PRIMA DI ENTRARE IN CAMPO

 

  • Proteggevi dal contagio: lavatevi le mani con un sapone disinfettante e acqua (almeno per 20 secondi) o usate un’igienizzante per le mani se l’acqua e il sapone non sono immediatamente disponibili, prima di scendere in campo
  • Pulite molto bene la vostra attrezzatura, incluse le racchette e le bottiglie d’acqua o borracce. Non scambiatevi le racchette o altri accessori come polsini, grip, capellini e asciugamani.
  • Portatevi una bottiglia d’acqua piena per evitare di toccare rubinetti o maniglie delle fontanelle
  • Usate palle nuove e un nuovo grip (overgrip) se possible
  • Prendete in considerazione anche ulteriori precauzioni come l’utilizzo di guanti
  • Se dovete starnutire o tossire, fatelo in un fazzoletto o nella parte alta della manica della vostra maglia o tuta.
  • Arrivate al campo più a ridosso possibile dell’orario in cui dovete entrare in campo
  • Cercate di toccare il meno possibile i cancelli del campo, la recinzione, le panchine, ecc.ecc.

MENTRE SI GIOCA

 

  • Cercate di stare almeno a sei piedi (un metro e 80) di distanza dagli altri giocatori. Non entrate in contatto fisico (niente strette di mano o “dammi cinque”)
  • Prendete in cosiderazione di non giocare in doppio, perché si potrebbero avere contatti involontari o troppa vicinanza senza volerlo. Se giocate in doppio, evitate i contatti (niente ‘petto contro petto’ come i Fratelli Bryan e nemmeno sussurri ravvicinati per comunicare la strategia di gioco)
  • Evitate di toccarvi il viso dopo aver maneggiato la palla, la racchetta o un altro elemento dell’attrezzatura. Lavatevi subito le mani se vi siete toccati gli occhi, il naso o la bocca.
  • Non condividete alimenti, bevande o asciugamani
  • Usate la combinazione racchetta/piede per raccogliere le palline e inviare al vostro avversario. Evitate di usare le mani per raccogliere le palline.
  • State nella vostra metà campo. Evitate il cambio campo
  • Rimanete distanti dagli altri giocatori quando fate una pausa.
  • Se vi arriva una palla da un altro campo rimandatela indietro con un calcio o con la racchetta

DOPO AVER GIOCATO

 

  • Lasciate libero il campo nel minor tempo ragionevolmente possible
  • Lavatevi le mani immediatamente o usate un igienizzante uscendo dal campo
  • Non usate gli spogliatoi o gli spazi comuni per cambiarvi. La doccia si fa a casa.
  • Non considerate di svolgere altre attività al circolo. Non riunitevi dopo aver giocato.
  • Tutti i giocatori dovrebbero lasciare gli impianti appena finite di giocare

 

UTILIZZO DELLE PALLINE CONTRASSEGNATE

Per quanto difficile, è possibile che una pallina da tennis possa trasmettere il Coronavirus allo stesso modo in cui lo può fare qualsiasi superficie dura. Volendo c’è un precauzione ulteriore che si può utilizzare per proteggersi dal contagio quando si gioca a tennis:

  • Usate due tubi di palle nuovi con palline che non riportino lo stesso numero (1, 2 , 3 o 4 i numeri sulle palline della stessa marca e modello servono proprio a riconoscere le proprie n.d.r.).
  • Scegliete un set di palle a testa (es. le vostre quattro palline saranno quelle con il n.1,  l’avversario avrà quelle con il n.3)
  • Giocate facendo in modo di raccogliere solo le vostre palline. Se una pallina dell’avversario si ferma nella vostra metà campo non raccoglietela con le mani ma rimandatela nell’altra metà campo con i piedi o con la punta delle racchetta

 

 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi