-
Eventi Internazionali

In Austria dal 1° maggio riaprono tennis e golf

E’ questa la prospettiva annunciata dal vice-cancelliere Werner Kogler: gli sport che si possono praticare mantenendo distanza di sicurezza saranno consentiti con le prime misure di riapertura dopo il lockdown

di | 15 aprile 2020

In Austria si comincia a pensare seriamente alla riapertura di tante attività dopo il lockdown richiesto dalla pandemia di coronavirus. E l’attività sportiva viene ai primi posti di ciò che si potrà riprendere a fare, specie le discipline come il tennis e il golf che non prevedono il contatto fisico e consentono di mantenere considerevole distanza tra i giocatori.

A Vienna erano stati tra i primi a chiudere bar, ristoranti, cinema e teatri, scuole e negozi di generi non necessari, sul modello italiano. I cittadini erano però stati lasciati liberi di fare attività fisica all’aperto, di correre o andare in bicicletta, sempre rispettando le regole di distanziamento sociale.

Così, man mano che si va verso la riapertura, le istituzioni pensano alla ripresa anche di altre attività sportive. Ne ha parlato in una conferenza stampa il vice cancelliere Werner Kogler, che è anche Ministro dello Sport.

“E’ evidente che daremo priorità alle discipline che non prevedono il contatto fisico - ha spiegato -. Potranno riprendere prima di quelle dove è molto difficile evitarlo o addirittura il contatto è nella natura stessa dello sport”.

Conseguenza diretta di questo ragionamento è che i primi impianti a riaprire saranno le piste di atletica, i campi da tennis, i campi da golf, i centri equestri, i poligoni di tiro e gli spazi dedicati al tiro con l’arco. Anche lo sci alpinismo, che viene svolto lontano dai normali impianti di risalita, potrebbe essere permesso, consigliando però percorsi non troppo impegnativi per evitare il rischio di incidenti.

Ieri a Vienna sono stati riaperti i parchi cittadini, i grandi store di bricolage e i piccoli negozi. La prossima settimana 600 atleti “top level” di diverse discipline, comprese quelle che si praticano indoor, avranno il permesso di riprendere gli allenamenti rispettando le distanze e le norme di sicurezza. La serie A di calcio dovrebbe riprendere tra mille precauzioni e a porte chiuse.

Per quanto concerne le norme di sicurezza da applicare per riprendere a giocare a tennis Kogler ha fatto capire che avrebbe lasciato le questioni più tecniche alla Federazione di riferimento, per esempio “come regolarsi con le palline, con il fatto che vengono maneggiate”.

Dai primi confronti pare sia emerso un decalogo che prevederebbe, tra le altre cose, che ciascun giocatore porti le sue palline, contrassegnandole con il pennarello, in modo che in campo ciascuno maneggi solo le proprie. Si parla anche di “regole di comportamento nei pressi della rete”.

Tant’è, in Austria il tennis dovrebbe, con tutte le prudenze del caso, ripartire il 1° maggio. Decisamente un giorno di festa.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi