-
Eventi Internazionali

ATP e WTA annunciano novità per il 10 aprile. Saranno iniziative di solidarietà?

Post delle due associazioni che governano i circuiti maschile e femminile del tennis su propri account social

di | 09 aprile 2020

Il tennis si sta unendo”, recita un post pubblicato da ATP e WTA sui propri profili social. Nel breve video le associazioni dei giocatori e delle giocatrici professionisti, che come sottolineato dal presidente ATP Andrea Gaudenzi stanno lavorando in stretta collaborazione per affrontare l’emergenza coronavirus, hanno pubblicato un breve video nel quale si annunciano novità per il 10 aprile con il sottotesto “Tennis is coming together”.
Con ogni probabilità non si tratterà di novità sul calendario dei tornei (lo stop è già fissato sino al 12 luglio con la cancellazione di Wimbledon e dell’intera stagione sull’erba), ma di qualche iniziativa comune di solidarietà rivolta ai giocatori e alle giocatrici in difficoltà per lo stop forzato del tennis a causa della pandemia da coronavirus che sta sconvolgendo il mondo intero.

Nei giorni scorsi Patrick Mouratoglou, allenatore di Serena Williams e titolare di una famosa accademia, aveva invitato il sistema tennis a occuparsi dei giocatori non compresi nella top 100. Nel corso di un’intervista ai media britannici Judy Murray, madre di Andy, ha anticipato che la WTA starebbe pensando di fornire un sostegno economico alle giocatrici iscritte: con il calendario 2020 fermo, si deve pensare a sostenere tenniste e coach maggiormente penalizzate. "Soprattutto chi è all’inizio della carriera professionistica rischia di essere costretta a cambiare attività", ha sottolineato.

Inoltre la società francese Atton & Price ha proposto una raccolta di firme per il sostegno economico di giocatori e giocatrici tra posizione numero 50 e 500 al mondo: un pacchetto di 2.500 euro per ogni settimana di inattività. In questo caso, tuttavia, la risposta di Atp, Wta e Itf è arrivata attraverso un comunicato congiunto che chiude completamente la porta a questo tipo di iniziativa. Non solo, raccomandano anche i tennisti di starne alla larga. "La lettera di Atton & Price - si legge nella nota - implica che stiamo lavorando con loro ma non è così. Durante questo periodo confermiamo la volontà di prendere tutte le misure necessarie di sostegno economico ai nostri affiliati. Suggeriamo pertanto di valutare attentamente qualsiasi offerta venga loro proposta".


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi