-
Eventi Internazionali

Il Masters 1000 di Madrid sarà un videogame. Le star si sfideranno da casa

L’evento si svolgerà dal 27 al 30 aprile e sarà una replica virtuale della competizione con le grandi star del tennis che parteciperanno dalle proprie abitazioni attraverso il videogioco Tennis World Tour. Il torneo avrà anche uno scopo benefico

di | 08 aprile 2020

Niente tennis per l’emergenza da coronavirus. La necessità aguzza l’ingegno e gli organizzatori del Masters 1000 di Madrid hanno annunciato che il torneo verrà sostituito da un evento virtuale. Il torneo, inizialmente in programma dal 3 al 10 maggio, è stato cancellato a causa della pandemia di coronavirus che ha colpito duramente anche la capitale spagnola. La competizione non servirà solo da intrattenimento, ma avrà anche uno scopo benefico: distribuirà infatti 200mila euro per aiutare i giocatori più colpiti e senza entrate economiche in questi mesi di inattività per combattere la pandemia, oltre che le persone colpite da COVID-19. L’evento si svolgerà dal 27 al 30 aprile e sarà una replica virtuale della competizione con le grandi star del tennis che parteciperanno dalle proprie abitazioni attraverso il videogioco Tennis World Tour. Ogni tabellone, Atp e Wta, includerà 16 giocatori professionisti e sarà possibile seguirlo sui profili social del torneo.
Da quando abbiamo annunciato che il Mutua Madrid Open non avrebbe avuto luogo nelle date previste, abbiamo lavorato su idee per portare il tennis ai fan”, ha dichiarato Feliciano Lopez, direttore del torneo. “La nascita di Mutua Madrid Open Virtual Pro vuole mettere in evidenza il lato tecnologico, giovanile e innovativo del torneo, che è stato uno dei suoi tratti distintivi da quando è iniziato nel 2009 e ben si adatto alle circostanze attuali. Abbiamo organizzato un torneo per i giocatori professionisti il più fedele possibile a quello tradizionale, senza che debbano lasciare le loro case. Vogliamo fare la nostra parte durante questo periodo così difficile per tutti”.
Per il momento il blocco dei circuiti maschile e femminile è fissato al 12 luglio. Sull’iniziativa si è espresso anche Andrea Gaudenzi, presidente dell’Atp. “Il Mutua Madrid Open Virtual Pro sarà il primo nel suo genere per l’Atp Tour e offrirà un modo eccitante e nuovo ai giocatori e ai fan di seguire il nostro sport. E siamo particolarmente lieti che i fondi raccolti da questa iniziativa contribuiranno a sostenere i giocatori più in difficoltà, il che è fondamentale in questi tempi difficili”.
Parole di elogio anche da parte di Steve Simon, Ceo della Wta: “Il Mutua Madrid Open Virtual Pro è un modo unico e creativo di coinvolgere atleti, atlete e i loro fan in questo periodo senza precedenti. Può servire da intrattenimento e allo stesso tempo aiutare a colmare la mancanza del tennis fino al ritorno di quello vero, fornendo allo stesso tempo una opportunità per aiutare le giocatrici bisognose in questo momento durissimo”.

Ciascun tabellone (Atp e Wta) avrà un prize money di 150mila euro destinati ai giocatori e alle giocatrici di tennis che attualmente soffrono economicamente e altri 50mila euro che destinati all’impatto sociale della pandemia. Deciso il format: 16 giocatori singoli in ciascuna delle due estrazioni (Atp e Wta) divisi in quattro gironi. Il vincitore di ciascun gruppo ed il secondo classificato saranno promossi ai quarti di finale. Quindi dai quarti di finale si giocherà con la formula dell’eliminazione diretta. Non resta che attendere i nomi dei protagonisti.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi