-
Eventi Internazionali

#IORESTOACASA - Oggi in tv: inizia il ciclo "Indian Wells 2014, Flavia Regina"

La programmazione speciale di questi giorni su SuperTennis prevede Sinner-Medvedev a Marsiglia alle 14, Berrettini-Khachanov di Halle 2019 alle 17 e in seconda serata Pennetta-Stosur, per iniziare a rivivere il cammino di Flavia verso il titolo a Indian Wells nel 2014

di | 16 marzo 2020

Prosegue sabato 14 marzo la programmazione speciale su Supertennis. Si parte alle ore 14 con la rubrica “Sinner, il predestinato”, dedicata al 18enne altoatesino, ormai fisso tra i primi 80 tennisti al mondo. Vi riproporremo il match che si è tenuto recentemente tra Jannik e il top5 russo Daniil Medvedev, finalista agli ultimi US Open, al torneo ATP 250 di Marsiglia. Un incontro che rappresenta una test per Sinner contro uno dei tennisti più in fiducia al momento.


Alle 14.30 è l’ora di ammirare le gesta dei fenomeni, con la rubrica “Nadal il Cannibale”. Fari puntati sul mancino di Manacor, tornato numero 1 del mondo a fine 2019, durante lo scorso torneo di Barcellona, uno degli eventi ai quali Rafa ha sempre tenuto maggiormente. In questa occasione lo spagnolo se la vedrà con l’argentino Leonardo Mayer, giocatore pericolosissimo sul rosso e non a caso due volte al torneo ATP 500 i Amburgo. Ma Nadal, a maggior ragione quando disputa un torneo in casa, ha motivazioni a mille. 


Dopo l’edizione delle 17 delle news si torna a parlare di tennis nostrano, con la rubrica “Italiani alla riscossa”. Protagonista della giornata l’attuale numero 1 d’Italia Matteo Berrettini alle prese con uno dei tornei in cui meglio ha saputo disimpegnarsi nel corso della scorsa stagione, il torneo ATP 500 di Halle. Matteo in questo frangente se la deve vedere con una delle sue “vittime” preferite, vale a dire Karen Khachanov. Pur avendo già vinto clamorosamente un torneo ATP Masters 1000 nel 2018 a Bercy il russo sull’erba non sembra particolarmente a suo agio e tende a soffrire la potenza del gioco di Berrettini. 


Alle 18.30 tocca alle ragazze, con la rubrica “Le top5 in lotta per il trono”. Ripercorreremo la storia di un match tra i più interessanti svoltisi assai recentemente in Qatar, al torneo di Doha. La numero 1 del mondo Ashleigh Barty trova sulla sua strada la ritrovata Garbine Muguruza, poche settimane fa finalista agli Australian Open. E proprio a Melbourne le due si sarebbero potute ritrovare in finale, se non fosse stato per la folle corsa di una Sofia Kenin straordinaria, brava ad eliminare entrambe nell’ultima settimana di incontri. In questo caso la Kenin è assente, e a Doha vedremo chi la spunterà.


Dopo l’edizione delle news delle 21 ecco la prima serata con il Re. Per la serie “Federer il Divino” rimaniamo concentrati sul torneo di Halle, che abbiamo già avuto modo di trattare nel pomeriggio con Matteo Berrettini. Lo svizzero in Germania è talmente amato da avere anche una via a lui intitolata a pochi passi dal mitico Gerry Weber Stadion. Roger nel 2019 non poteva mancare, anche perché aveva da riscattare la sconfitta subita in finale da Borna Coric l’anno prima. In questo step del torneo teutonico Federer se la deve vedere con una vecchia conoscenza, Jo-Wilfried Tsonga. Il francese già nel 2011 tirò un brutto scherzo all’elvetico, rimontandogli due set per poi batterlo sui sacri prati di Wimbledon. Federer ricorda molto bene quell’episodio e cercherà di non ricadere nella trappola. 


La serata si concluderà alle 23.15 con “Indian Wells 2014, Flavia Regina”, la prima puntata di una rubrica settimanale che SuperTennis ha deciso di dedicare all’ex numero 1 d’Italia e campionessa Slam Flavia Pennetta, protagonista sei anni fa di una cavalcata trionfale che la portò ad alzare il trofeo a fine torneo. Oggi ci dedicheremo al match giocato contro l’esperta australiana Samantha Stosur. Flavia ha dolci ricordi a proposito della tennista di Gold Coast: nel 2009 sconfiggendola al torneo di Cincinnati ebbe la certezza di entrare per la prima volta in top10. 5 anni dopo ecco un altro momento importante nell’economia della carriere della tennista pugliese, che appena un anno dopo si sarebbe presa la gioia più immensa della sua carriera. 


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi