-
Eventi Internazionali

Thiago, brasiliano col botto

Seyboth Wild, 19enne di Rio, entra con una wild card nel tabellone dell’Atp 250 di Santiago e vince il titolo battendo in finale Casper Ruud, n.38 del mondo. Si candida già per un posto alle Next gen Atp Finals

02 marzo 2020

E’ il primo Next Gen a conquistare un titolo Atp nel 2020. Il giovane brasiliano Thiago Seyboh Wild, n.182 del mondo, ai suoi primi passi nel circuito maggiore ha fatto subito il botto a Santiago del Cile, superando in finale uno dei giocatori più in forma di questo inizio stagione, il norvegese Casper Ruud, n. 38 del mondo e recente vincitore del torneo di Buenos Aires.

Era dai tempi del successo di un giovanissimo Rafael Nadal ad Acapulco nel 2005 che un teenager non compiva una simile impresa: il giovane Thiago, entrato in tabellone grazie a una wild card, aveva vinto sinora solo due partite nel circuito. La prima lo scorso anno al torneo di San Paolo, contro lo svedese Elias Ymer, la seconda la scorsa settimana a Rio contro lo spagnolo Alejandro Davidovick Fokina. Poi aveva lottato fino al tie-break del terzo set contro Borna Coric, lasciando intravvedere il suo potenziale.

A Santiago ha infilato una serie vincente contro gli argentini Facundo Bagnis, Juan Ignacio Londero e in semifinale Renzo Olivo. La fortuna gli aveva dato una mano nei quarti, quando aveva potuto approfittare di un infortunio che ha costretto al ritiro il suo avversario, il cileno Cristian Garin, grande favorito del torneo e fresco vincitore a Rio, dopo il primo set , vinto da Thiago al tie-break.

La vittoriosa lotta contro Casper Ruud (due ore e 16 miunuti di battaglia chiusi al terzo set con il punteggio di 7-5 4-6 6-3) proietta Seyboth Wild tra i primi 10 della Road to Milan, la classifica che porta alle Next Gen Atp Finals. Per quello che ha mostrato a santiago non ci stupiremmo di vederlo protagonista anche a Milnao, in novembre.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi