-
Eventi Internazionali

L'invincibile Djokovic

Il numero 1 del mondo batte Tsitsipas e conquista la 21ma vittoria di fila. Quest'anno, non ha ancora incassato sconfitte. Il greco aspetta ancora il primo titolo in un ATP 500

di | 01 marzo 2020

Battere Novak Djokovic si sta trasformando in una missione impossibile, la sfida per gli eletti come sollevare la spada dalla roccia nella leggenda di re Artù. Stefanos Tsitsipas, frenato dal misto di ambizione e timore, è prudente ma non troppo, attacca ma non troppo e soprattutto non sempre con i tempi giusti. Djokovic, che ha vinto più punti di tutti in risposta nel torneo, ha un solo passaggio a vuoto, quando perde il break di vantaggio a metà del secondo set. Ma il greco non vola dove osano le aquile, si ritira pensoso con i piedi lontani dal campo. E resta a meditare su quel sarebbe potuto essere, ma non è stato.

Djokovic chiude 6-3 6-4, conquista il quinto titolo a Dubai e la ventunesima vittoria di fila: è la settima striscia più lunga in carriera. Il serbo, battuto solo da Roger Federer in finale a Dubai, gira a suo favore il primo set con un punto dei suoi, un esempio di "strech tennis" che punisce l'attacco poco convinto di Tsitsipas. Il greco prende la rete con un approccio centrale, Djokovic lo infila con un passante diagonale stretto in allungo, si prende il break del 5-3, e il parziale è presto chiuso.

Il serbo difende ma non aspetta, assorbe, dilata gli spazi e i tempi soprattutto sui punti importanti. Così spazientisce il greco, il tennista filosofo da social network che si perde e non sa tornare. 

Tsitsipas subisce così la seconda sconfitta in finale a Dubai, dopo quella dell'anno scorso. Aveva infatti assistito dodici mesi fa, da finalista sconfitto, alla celebrazione per il centesimo titolo di Federer.

Ancora senza trofei all'attivo negli ATP 500, è mancato nel momento di accelerare, di trasformare il controbreak del 4-4 nel secondo set in un'occasione di rilancio. Il peso del momento e dell'avversario hanno zavorrato il suo tennis.
 
Il numero 1 del mondo diventa così il quarto giocatore con almeno due titoli ques'anno dopo Cristian Garin, Gael Monfils, a ci ha salvato tre match point prima di batterlo per la 17ma volta di fila in semifinale, e Andrey Rublev. Sul regno di Novak Djokovic quest'anno il sole non tramonta ancora. E il Sunshine Double si avvicina.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi