-
Eventi Internazionali

Marsiglia: Sinner sogna un set, poi Medvedev lo rimonta

Sette giorni dopo il successo su Goffin, il primo su un top 10, al 2° turno dell'“Open 13 Provence” Jannik cede in tre set al russo, numero 5 del mondo e primo favorito del torneo

di | 20 febbraio 2020

Una sconfitta, ma dalla quale si può imparare tanto. Jannik Sinner si ferma al secondo turno dell’“Open 13 Provence”, torneo ATP 250 da 691.880 euro di montepremi in corso sul veloce indoor di Marsiglia, in Francia. Una settimana dopo aver sconfitto per la prima volta un top ten (David Goffin) nel “500” di Rotterdam, dove poi nei quarti ha mancato due match-point contro Carreno Busta, il 18enne di Sesto Pusteria, numero 68 Atp - best ranking –, dopo l’affermazione d’esordio sullo slovacco Norbert Gombos, numero 102 Atp, proveniente dalle qualificazioni, ha ceduto in tre set al russo Daniil Medvedev, numero 5 della classifica mondiale e primo favorito del seeding: 16 61 62 il punteggio, in un’ora e 19 minuti di gioco, in favore del 24enne di Mosca, entrato in scena in modo positivo dopo esser stato esentato dal primo turno. Al di là del risultato finale e dell’uscita di scena, un’altra tappa significativa nel percorso di crescita del giovane azzurro, capace per un set di mettere alle corde un top 5, bravo poi a reagire da par suo, per nulla disposto a recitare la parte del comprimario.

Il match, il più atteso di giornata a cui grande risalto ha dato anche il sito web dell’ATP, non ha tradito le aspettative. Il campione delle ultime Next Gen ATP Finals, capace di bruciare letteralmente le tappe lo scorso anno, astro nascente seguito con grande interesse non solo in Italia ma un po’ ovunque, è sceso in campo senza alcun timore reverenziale contro un rivale così quotato, cresciuto in maniera vorticosa nelle ultime due stagioni tanto da arrivare ad insidiare nei mesi scorsi il terzo posto di Roger Federer grazie alla sua fantastica seconda parte di 2019. Ha inanellato sei finali consecutive sul cemento, il buon Daniil, conquistando 4 titoli e lottando alla pari con Rafa Nadal nell’ultimo atto degli US Open. Uno dei pochi giovani ad aver disputato la finale di uno Slam, da un bel po’ di tempo a questa parte riserva di caccia - quasi esclusiva - per i Fab Four.

Jannik domina un set poi Medvedev cambia marcia

Con un doppio fallo il russo ha concesso la prima palla break, subito convertita dal giovane azzurro grazie a un diritto sul nastro dell’avversario. Il servizio di Jannik funziona come un orologio svizzero e il break è confermato, per volare sul 3-0. Il 18enne di Sesto Pusteria ha comandato gli scambi da fondo, muovendo Medvedev, al quale non sono bastati neppure due ace e una serie di prime di servizio potenti per scalfire la solidità in risposta di Sinner, bravo e un tantino fortunato nel piazzare un secondo break (5-1). Il 24enne di Mosca, sempre più nervoso, con un altro errore ha concesso il set point al Next Gen azzurro, che grazie a un rovescio fuori misura del rivale ha incamerato la prima frazione dopo appena 24 minuti. 

Nel secondo set Medvedev però ha alzato il livello, mettendosi in modalità “Octopus” (piovra, come lo ha ribattezzato l’amico e connazionale Karen Khachanov) e difendendo ogni palla, anche con variazioni di ritmo. Sinner è uscito da un secondo game complicato, annullando anche una chance di break, prima di agguantare l’1-1, ma nel turno successivo non ha potuto evitare di cedere la battuta (1-3). E da campione qual è il russo, ritrovate le sue armi, ha sprintato sino al 61 con cui ha pareggiato del tutto la situazione. S
ullo slancio il russo ha tolto il servizio all’allievo di Riccardo Piatti subito in apertura di terza frazione, portandosi avanti (2-0). Medvedev è un muro, contenendo ogni accelerazione di Jannik, che anche un po’ frustrato ha ceduto di nuovo il servizio. Un cambio di marcia impressionante, quello del finalista degli ultimi US Open, capace di inanellare ben 9 game di fila dall’1-1 del secondo set fino al 4-0 nel terzo, striscia interrotta da un Sinner comunque tenace. L’azzurro ha accorciato sul 2-5, però il numero uno del tabellone non ha alzato il piede dall’acceleratore chiudendo il game a zero, con un rovescio incrociato con saltello sul primo match point.

Così Marsiglia live in tv

Dietro a Medvedev nel seeding figurano il greco Stefanos Tsitsipas, numero 6 Atp e campione in carica, il belga David Goffin, numero 10 Atp, e l’altro Next Gen canadese Denis Shapovalov, numero 16 Atp, entrato in gara  direttamente al secondo turno superando in tre set (64 46 62) il croato Marin Cilic, attualmente numero 39 della classifica mondiale.

“SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in diretta ed esclusiva il torneo ATP 250 di Marsiglia. Questa la programmazione:
giovedì 20 febbraio - LIVE
non prima delle ore 19.00
Auger-Aliassime (CAN) c. Herbert (FRA)


venerdì 21 febbraio - LIVE alle ore 15.00, alle 17.00 ed alle 19.00
sabato 22 febbraio - LIVE alle ore 15.00 ed alle 17.00 (semifinali)
domenica 23 febbraio - LIVE alle ore 14.00 (finale)



Risultati

“Open 13 Provence"
ATP World Tour 250
Marsiglia, Francia
17 - 23 febbraio, 2020
€691.880 - veloce indoor

SINGOLARE
Primo turno
Jannik Sinner (ITA) b. (q) Norbert Gomvos (SVK) 64 76(5)
(7) Felix Auger-Aliassime (CAN) b. Stefano Travaglia (ITA) 67(3) 76(6) 63

Secondo turno
(1) Daniil Medvedev (RUS) b. Jannik Sinner (ITA) 16 61 62

DOPPIO
Primo turno
Rohan Bopanna/Denis Shapovalov (IND/CAN) b. Simone Bolelli/Jannik Sinner (ITA) 67(6) 63 10-6

 


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi