-
Eventi Internazionali

Fed Cup: gli Usa passano, ma che brividi

Usa-Lettonia finisce 3-2. Serena Williams perde il suo primo singolare in Fed. Battuta anche Kenin che vince il doppio decisivo con Mattek-Sands. Alla fase finale anche Spagna, Belgio, Svizzera, Bielorussia, Russia, Germania, Slovacchia

di | 09 febbraio 2020

Definite le 12 squadre che parteciperanno alle Finali di Fed Cup di Budapest. Gli Usa chiudono i preliminari col brivido, e si uniscono a Belgio, Bielorussia, Germania, Russia, Slovacchia, Spagna, Svizzera, e alle quattro nazioni ammesse direttamente alla fase finale: Francia e Australia, finaliste nel 2019, Repubblica Ceca (wild card) e Ungheria, paese ospitante, direttamente ammesse alla fase finale.

Dopo lo 0-2 al termine della prima giornata, la Lettonia rischia di completare la grande sorpresa dei preliminari a Everett, cittadina a pochi chilometri da Seattle. Jelena Ostapenko batte Sofia Kenin 6-2 2-6 6-2 e Sevastova infligge a Serena Williams la sua prima sconfitta in singolare in Fed Cup.

"Quando giochi contro una grandissima campionessa contro Serena, cerchi di godertela il più possibile e di dare il meglio" ha detto Sevastova, che ha chiuso 7-6(5) 3-6 7-6(4). Gli Usa passano grazie a Kenin e Bethanie Mattek-Sands, che dominano il doppio contro Ostapenko e Sevastova: 6-4 6-0 il punteggio finale.

Carla Suarez Navarro diventa la quarta spagnola con più vittorie in Fed Cup (18), eguagliando il capitano Anabel Medina garrigues. Con due successi nel weekend, la 31enne firma da protagonista l'82ma vittoria in 135 incontri per la Spagna e porta la Roja alle Finali di Budapest. In quello che potrebbe essere il suo ultimo incontro in casa, avendo annunciato l'addio al tennis a fine stagione, Suarez Navarro completa il 3-0 sul Giappone grazie al 6-1 6-3 su Kurumi Nara, in campo al posto di Naomi Osaka mai in partita ieri contro Sara Soribes Tormo, al La Manga Club di Cartagena.

Avanzano anche Belgio e Svizzera alle Finali di Budapest. Elise Mertens e Kirsten Flipkens, che ha giocato al posto di Ysaline Bonaventure, completano il 3-1 del Belgio sul Kazakistan.

La numero 19 del mondo ha superato 6-1 7-6 Yulia Putintseva, che ha avuto solo 15 ore di tempo per recuperare dopo la sfida di ieri contro Bonaventure terminata alle 21.28. Flipkens ha poi chiuso 6-3 6-4 su Zarina Diyas.

Jill Teichmann, numero 68 del mondo con due titoli vinti nel 2019, ha dato alla Svizzera il punto della vittoria, 3-1, contro il Canada. Trichmann ha sconfitto Gabriela Dabrowski 6-3 6-4 e cancellato gli effetti della più importante vittoria nella giovane carriera della 17enne Leyla Annie Fernandez. La campionessa junior del Roland Garros, che aveva incontrato solo una top 50 finora, ha sconfitto 6-2 7-6(3) la numero 5 del mondo Belinda Bencic.

La Bielorussia ha rimontato da 1-2 e sorpreso l'Olanda a L'Aia. Kiki Bertens ha avviato la seconda giornata con il ventesimo successo in 22 singolari in Fed Cup, battendo Aryna Sabalenka. Aliaksandra Sasnovich però allunga al doppio grazie al successo in tre set su Arantxa Rus. Sasnovich e Sabalenka poi hanno sconfitto Bertens e Schuurs 4-6 6-3 7-6(8).

Serve il doppio anche alla Russia per vincere 3-2 in Romania e assicurarsi un posto alle Finali di Budapest. Ekaterina Alexandrova inizia la domenica con un successo 7-5 3-6 7-5 su Ana Bogdan. Jaqueline Adina Cristian però allunga il confronto con il sorprendente 7-5 6-3 su Veronika Kudermetova. "Quando il capitano mi ha chiesto di giocare, ero emozionatissima. Mi ha stupito che abbia creduto così tanto in me, e questo mi ha aiutato molto. E' stata la più grande vittoria della mia carriera. 

Anna Blinkova e Anna Kalinskaya hanno completato il successo alla Sala Polivalenta battendo Cristian and Elena Gabriela Ruse 6-3 6-2. "Quando la gente cantava, io cantavo con loro, è stato bellissimo" ha detto Blinkova, "il miglior modo di contrastare il rumore dei tifosi è unirti a loro. Noi abbiamo mostrato grande carattere e spirito di squadra".

Infine, a Bratislava Anna Karolina Schmiedlova si è confermata la principale protagonista della sfida contro la Gran Bretagna. Dopo il 6-0 7-5 di Heather Watson su Rebecca Sramkova, l'ex top 30 ha superato 7-5 6-3 Harriet Dart e garantito alla Slovacchia un posto alle Finali di Budapest.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi