-
Eventi Internazionali

Australia, non ti lasciamo sola

I terribili incendi che hanno colpito il Paese nelle ultime settimane hanno toccato l’anima e il cuore di molti tennisti, non soltanto australiani. Ecco chi ha voluto lasciare un segno tangibile del suo supporto, social e non soltanto...

di | 17 gennaio 2020

Dopo diversi mesi di temperature record e grave siccità, le fiamme stanno continuando a devastare incessantemente l'Australia: un momento difficile, in cui le grandi star del circuito ATP e WTA hanno voluto far sentire da vicino tutto il loro supporto all’intera popolazione. A partire da Nick Kyrgios, in lacrime all’ATP Cup dopo la vittoria ai danni di Jan-Lennard Struff, si è scatenato un effetto domino che anche grazie all’uso di Twitter sta coinvolgendo fino in fondo i migliori interpreti del mondo.

“Sto dando il via al sostegno per le persone colpite dagli incendi”, scrive il campione australiano. “Donerò 200 dollari per ogni ace che metterò a segno nel corso di questa stagione estiva”.

Un sorriso e tanta voglia di lasciarsi questo brutto momento alle spalle le troviamo nella risposta di Alex De Minaur al proprio compagno di squadra: “Mi piace questa iniziativa, donerò 250 dollari per ogni mio ace perché non penso di riuscire a farne quanti te, amico”.

GUARDA I TWEET DEI GIOCATORI

L'appoggio degli aussie

A fare eco il connazionale John Millman, che retwitta prontamente facendo sentire tutto il proprio appoggio: “Non sono al vostro livello, ragazzi, ma ho voglia di essere coinvolto. Donerò 100 dollari per ogni ace durante il tour estivo in Australia”.

Tra gli “Aussie” si sono schierati subito anche John Peers e Matt Reid. “Anche io mi unisco a voi – il tweet del doppista di Melbourne. “Ecco 100 euro per ogni mio ace”. “Meglio tardi che mai – cinguetta Reid – quindi donerò anche io 50 dollari per ogni ace”.

Cuore grande anche da parte del polacco Hubert Hurkacz, protagonista della nuova ATP Cup con vittorie di grande prestigio. “Tutto ciò che è stato raccolto durante il torneo sarà devoluto alla Croce Rossa Australiana”, il suo messaggio.

Da Murray a Masha

Da lontano si fa sentire anche l’ex numero 1 del mondo Andy Murray, che retwitta un post del WWF con il seguente messaggio: “L’Australia sta bruciando. Sono morti oltre un miliardo di animali, incluso il 30 per cento dell’intera specie di koala nella costa centro settentrionale del Nuovo Galles del Sud. Una volta che gli incendi si saranno spenti dovremo ripristinare ciò che è stato perso. Aiutateci con una donazione”.

Grandissimo affetto e tanta solidarietà anche dall’universo WTA, a partire da Maria Sharapova. “Il mese di gennaio in Australia – twitta Masha – è stata la mia casa negli ultimi quindici anni. Osservare gli incendi distruggere le terre, le famiglie e intere specie animali è terribile. Voglio iniziare la mia donazione con 25.000 dollari”. E un tag per Novak Djokovic: “Nole, vuoi unirti a me?”. Prontissima la risposta del campione serbo. “Certo, Maria, voglio unirmi per raddoppiare l’aiuto da inviare alla popolazione australiana. Siamo con te”.

Gli ace delle ragazze

Una dolcissima Simona Halep coglie l’occasione per sfruttare al meglio gioie e dolori del rapporto coach-giocatrice. “Ok ragazzi, sapete che amo l’Australia ma sapete anche che non metto a segno troppi ace. In qualche modo voglio aiutare ed il mio impegno è questo: ogni volta che farò passare un brutto momento al mio allenatore Darren Cahill durante i match della tournée australiana, donerò 200 dollari”.

Non poteva mancare Petra Kvitova, sempre particolarmente sensibile in queste occasioni. “L’Australia ha il mio cuore”, scrive la due volte vincitrice di Wimbledon. “Voglio davvero aiutare le persone colpite da questi incendi devastanti. Sto donando 150 dollari per ogni ace messo a segno. Ora è meglio che vada ad allenare il mio servizio mancino”.

Anche la tedesca Julia Goerges, assoluta protagonista del torneo di Auckland nel 2018 e nel 2019, ha sposato la causa con grande partecipazione. “Donerò 100 dollari per ogni ace messo a segno durante il tour australiano e per ogni ace che Ashleigh Barty ed io riusciremo a realizzare come coppia in doppio agli Australian Open per aiutare le persone colpite dagli incendi. Ti amo, Australia”.

Infine ma non per ultima, tutta la commozione di Ajla Tomljanovic. “Adoro vedere l’aiuto ed il supporto per le vittime degli incendi – scrive la giocatrice padrona di casa – quindi ho dedicato qualche ora in più agli allenamenti per cercare di realizzare quanti più ace possibile. Donerò 100 dollari per ciascuno di essi durante l’estate Australiana”. Tutti uniti per un unico scopo. Insieme, si può.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi