-
Eventi Internazionali

Auckland: stop al 2° turno per Fognini, Seppi e Ceck

All’"ASB Classic" giornata di straordinari: l’altoatesino elimina il francese Mannarino, settima testa di serie, ma cede al britannico Edmund, il siciliano batte l’argentino Leo Mayer dopo tre ore e mezza di battaglia e poi lascia via libera al francese Humbert. Fuori anche Fognini, prima testa di serie, sconfitto al secondo turno (per lui l’esordio) dallo spagnolo Feliciano Lopez


di Tiziana Tricarico | 15 gennaio 2020

Secondo turno fatale per Andreas Seppi, Marco Cecchinato e Fabio Fognini all’"ASB Classic", torneo ATP 250 dotato di un montepremi di 532.695 dollari che si sta disputando sui campi in cemento di Auckland, in Nuova Zelanda, uno degli ultimi due appuntamenti per rifinire la preparazione in vista degli Australian Open (l’altro è Adelaide).

Nella notte italiana sia Seppi che Cecchinato hanno completato i rispettivi match di primo turno interrotti martedì per pioggia ma, tornati in campo dopo poche ore per le sfide di secondo turno, hanno pagato la stanchezza contro avversari molto più “freschi”. Il 35enne di Caldaro numero 84 del ranking mondiale, ha ceduto per 63 76(4), in un’ora e 35 minuti, al britannico Kyle Edmund, numero 69 Atp, vincitore per la quarta volta in cinque sfide. In precedenza Andreas aveva eliminato per 36 64 64, dopo oltre due ore di gioco, il francese Adrian Mannarino, numero 43 Atp e settima testa di serie, agguantando il 31enne di Soisy-sous-Montmorency sul cinque pari nel computo dei precedenti (il match era stato interrotto all’inizio del primo set con l’altoatesino avanti 2-1).

Il 27enne palermitano, numero 76 del ranking mondiale, è stato invece sconfitto per 61 64, in appena 54 minuti, dal francese Ugo Humbert, numero 57 Atp. Ma va sottolineato che “Ceck” aveva impiegato quasi tre ore e mezza per riuscire ad avere ragione dell’argentino Leonardo Mayer, numero 100 Atp, ripescato in tabellone come lucky loser dopo il forfait del moldavo Radu Albot, ottavo favorito del seeding, imponendosi per 76(6) 67(18) 76(2) al termine di una vera e propria battaglia (il match era stato interrotto martedì a metà del secondo set con il siciliano avanti 76 1-4). L’azzurro nel secondo set si era visto annullare ben 8 match-point: 3 nel decimo gioco e 5 in un tie-break pazzesco che il 32enne di Corrientes si è aggiudicato per 20 punti a 18.


Nulla da fare anche per Fabio Fognini, testa di serie numero uno del torneo: il 32enne di Arma di Taggia, numero 12 del ranking mondiale, entrato in gara direttamente al secondo turno, ha ceduto per 36 64 63 in poco meno di due ore di gioco, complice anche un fastidio alla schiena, allo spagnolo tra Feliciano Lopez, numero 61 Atp, che qualche ora prima si era aggiudicato in tre set il derby con il connazionale Pablo Andujar, numero 63 Atp. Per il 38enne di Toledo, che ha messo a segno 17 ace, si è trattato del terzo successo in quattro sfide con l’azzurro.

Nel seeding la seconda testa di serie è il Next Gen canadese Denis Shapovalov, numero 14 Atp, il russo Karen Khachanov, numero 17 Atp, e lo statunitense John Isner, numero 19 Atp. In tabellone anche il campione in carica, lo statunitense Tennys Sandgren, numero 68 Atp.

Esordio amaro per Sinner e Sonego

Lunedì poca Fortuna per Jannik Sinner e Lorenzo Sonego. Nella prima mattinata italiana Sinner, 18enne di Sesto Pusteria, numero 79 del ranking mondiale e campione Next Gen, ha ceduto per 62 46 64, in un’ora e 55 minuti di partita, al francese Benoit Paire, numero 24 Atp e quinto favorito del seeding. Per lunghi tratti dell’incontro l’azzurro ha giocato nettamente meglio del suo avversario ma ha probabilmente pagato un po’ di inesperienza, soprattutto nella frazione decisiva.

La cronaca. Per Jannik primo set problematico con un break subito già nel terzo gioco, alla prima opportunità concessa al suo avversario. Il Next Gen azzurro ha fatto fatica a rispondere per tutto il parziale, complici le ottime percentuali del francese al servizio. Sinner è stato già bravo ad evitare il doppio break nel nono game, annullando due set-point consecutivi, ma nel decimo gioco Paire ha archiviato la prima frazione (6-4).

Tutta un’altra musica nel secondo parziale: dopo aver salvato due delicate palle-break in avvio Sinner ha cambiato marcia. L’incisività al servizio del 30enne di Avignone è drasticamente calata e Jannik ne ha approfittato per volare sul 4-0: l’azzurro ha restituito uno dei due break di vantaggio ma ha comunque pareggiato il conto dei set togliendo di nuovo la battuta al francese (6-2).

Il 18enne di Sesto Pusteria ha pagato a caro un pizzico di rilassamento in avvio di frazione decisiva che gli è costato il break (2-0). Sinner è stato in difficoltà anche nel terzo game, quando ha recuperato da 0-30: poi ne sesto gioco ha avuto due chance di rientrare (gran risposta di diritto dell’azzurro, doppio fallo del francese) ma Paire si è salvato (4-2). Nel nono gioco con un’ottima prima è un gran diritto lungo linea l’azzurro ha annullato due match-point accorciando le distanze (5-4) ma in quello successivo con un rovescio che si è stampato sulla linea Paire ha chiuso il discorso (6-4).

Nella notte era uscito subito di scena anche Sonego: il24enne torinese numero 52 del ranking mondiale, ha ceduto per 75 63, in poco più di un'ora e tre quarti di gioco, al polacco Hubert Hurkacz, numero 34 Atp e sesta testa di serie, che ha così riagganciato il piemontese sul due pari nel bilancio dei confronti diretti

Risultati e Programmazione tv

“SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in diretta ed esclusiva il torneo ATP 250 di Auckland. Questa la programmazione:
 giovedì 16 gennaio - LIVE alle ore 00.05, alle ore 02.00, alle ore 04.00 ed alle ore 07.00; in replica dalle ore 19.00
venerdì 17 gennaio - LIVE alle ore 05.00 e alle ore 07.00 (semifinali); replica alle ore 17.00 ed alle ore 19.00;
sabato 18 gennaio - LIVE alle ore 02.30 (finale); replica alle ore 09.00 ed alle ore 15.15


"ASB Classic"
ATP World Tour 250
Auckland, Nuova Zelanda
11 - 18 gennaio, 2020
$532.695 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
Fabio Fognini (ITA) bye
(6) Hubert Hurkacz (POL) b. Lorenzo Sonego (ITA) 75 63
(5) Benoit Paire (FRA) b. (wc) Jannik Sinner (ITA) 62 46 64
Andreas Seppi (ITA) b. (7) Adrian Mannarino (FRA) 36 64 64
Marco Cecchinato (ITA) b. (LL) Leonardo Mayer (ARG) 76(6) 67(18) 76(2)

Secondo turno
Feliciano Lopez (ESP) b. (1) Fabio Fognini (ITA) 36 64 63
Kyle Edmund (GBR) b. Andreas Seppi (ITA) 63 76(4)
Ugo Humbert (FRA) b. Marco Cecchinato (ITA) 61 64

DOPPIO
Primo turno
Marcus Daniell/Philipp Oswald (NZL/AUT) b. Simone Bolelli/Fabio Fognini (ITA) 63 1-1 rit


 


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi