-
Eventi Internazionali

Ranking Atp: Nole distanzia Rafa, l'Italia brilla

Djokovic con il titolo a Tokyo consolida il suo primato, Thiem insidia il 4° posto di Medvedev. Fognini sempre 12° davanti a Berrettini, con l’ingresso di Caruso l’Italia vanta otto giocatori nell’elite mondiale: solo Francia e Usa ne hanno di più

08 ottobre 2019

Non presenta cambiamenti la top ten del ranking mondiale, sempre comandata da Novak Djokovic, alla 49esima settimana consecutiva al comando: sono 272 le settimane complessive sul trono per il serbo, terzo nella speciale classifica all time, preceduto solo da Pete Sampras, secondo con 286 settimane, e Federer, leader con 310 settimane.
Grazie al titolo conquistato a Tokio Nole ha portato a 1140 i punti di vantaggio su Rafa Nadal, fermo per il problema alla mano sinistra e prossimo alle nozze, poi in terza posizione Roger Federer. La quarta posizione del russo Daniil Medvedev è ora insidiata da vicino da Dominic Thiem, vincitore a Pechino (appena 50 punti separano i due), poi sono stabili nell’ordine Alexander Zverev, il Next Gen greco Stefanos Tsitsipas, il giapponese Kei Nishikori e l’altro russo Karen Khachanov, con a chiudere la top ten lo spagnolo Roberto Bautista Agut.
Con la semifinale a Tokio risale una posizione il belga David Goffin, al numero 14 a scapito di Borna Coric, mentre eguagliano i rispettivi best ranking i Next Gen Felix Auger-Aliassime (19°) e Alex De Minaur, al 24esimo posto. Best ranking per il gigante statunitense Reilly Opelka, numero 40 dopo la semifinale raggiunta nella capitale giapponese, stoppato dall’australiano John Millman, che con la finale risale in 58esima posizione.

Classifica Atp - Top ten


1 Djokovic, Novak (SRB) 0 10.365 punti
2 Nadal, Rafael (ESP) 0 9.225
3 Federer, Roger (SUI) 0 7.130
4 Medvedev, Daniil (RUS) 0 4.965
5 Thiem, Dominic (AUT) 0 4.915
6 Zverev, Alexander (GER) 0 4.185
7 Tsitsipas, Stefanos (GRE) 0 3.630
8 Nishikori, Kei (JPN) 0 3.040
9 Khachanov, Karen (ARG) 0 2.945
10 Bautista Agut, Roberto (ITA) 0 2.575

Record: otto azzurri fra i primi 100

L’Italtennis conserva due suoi esponenti fra i Top-15 della classifica mondiale, ma soprattutto con l’ingresso anche di Salvatore Caruso vanta otto giocatori tra i primi 100 del mondo (solo Francia con 12 e Stati Uniti con 9 ne hanno di più).
Si fa sempre più interessante il duello per la leadership nazionale in questo finale di stagione: Fabio Fognini, nel 2019 il primo italiano ad entrare nella Top Ten dopo quasi 41 anni (nell’agosto 1978 Corrado Barazzutti salì fino alla settima posizione), è sempre 12esimo, con appena 59 punti di margine ora su Matteo Berrettini. Il romano inoltre questa settimana è decimo nella Race to London e 13° il ligure, con entrambi ancora in corsa per la qualificazione al Masters, anche tenendo conto dei problemi fisici di qualche giocatore che li precede in graduatoria. Scende un gradino Lorenzo Sonego, ora al numero 55, in leggero calo pure Marco Cecchinato (69°, -4) e Andreas Seppi (72°, -1), mentre risalgono due posti Stefano Travaglia (ora numero 85) e uno Thomas Fabbiano (91°). Grazie al trionfo nel challenger di Barcellona Salvatore Caruso entra per la prima volta in Top 100, issandosi al numero 98, e come si diceva sono ben otto gli azzurri nell’elite mondiale. Lievi assestamenti all’indietro per Paolo Lorenzi (118), Gianluca Mager (numero 123) e il 18enne Jannik Sinner, ora al 127esimo posto, mentre la semifinale a Barcellona consente di guadagnare quindici posizioni ad Alessandro Giannessi (151°).

Classifica Atp - Top 15 italiani

12 Fognini, Fabio (ITA) 0 2.280 punti
13 Berrettini, Matteo (ITA) 0 2.221
55 Sonego, Lorenzo (ITA) -1 1.000
69 Cecchinato, Marco (ITA) -4 845
72 Seppi, Andreas (ITA) -1 820
85 Travaglia, Stefano (ITA) +2 645
91 Fabbiano, Thomas (ITA) +1 599
98 Caruso, Salvatore (ITA) +12 582
118 Lorenzi, Paolo (ITA) -4 488
123 Mager, Gianluca (ITA) -5 454
127 Sinner, Jannik (ITA) -3 438
142 Giustino, Lorenzo (ITA) 0 379
151 Giannessi, Alessandro (ITA) +15 351
153 Gaio, Federico (ITA) +2 350
157 Baldi, Filippo (ITA) +1 340



Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi