-
Eventi Internazionali

Azzurri super! Berrettini e Sonego, avanti tutta

E’ grande Italia a Flushing Meadows. Thomas elimina all’esordio l’austriaco quarto favorito del seeding, Matteo concede un set al francese Gasquet, Lorenzo neppure uno allo spagnolo Granollers. Nella notte Cecchinato ha fallito l'en-plein tricolore cedendo allo svizzero Laaksonen

di | 28 agosto 2019

Diventano quattro gli azzurri del secondo turno degli Us Open in corso sul cemento newyorkese: dopo Paolo Lorenzi hanno infatti superato l’esordio anche Matteo Berrettini, Lorenzo Sonego e Thomas Fabbiano, che ha eliminato un Thiem in non perfette condizioni fisiche centrando il primo successo su un top-five.

Numeri alla mano era l’azzurro a cui era andata peggio con il sorteggio Thomas Fabbiano. Ed invece il 30enne pugliese di San Giorgio Jonico, numero 87 Atp, alla quarta partecipazione nel main draw a Flushing Meadows dove nel 2017 ha raggiunto il terzo turno, ha eliminato per 64 36 63 62, in due ore e 24 minuti di gioco, l'austriaco Dominic Thiem, numero 4 del ranking e del seeding, lo scorso anno fermato 76 al quinto da Nadal nei quarti. Il 25enne di Wiener Neustadt era annunciato in condizioni tutt’altro che ottimali dopo il virus influenzale che gli aveva impedito di allenarsi adeguatamente nelle ultime due settimane ed in campo si è visto ma Fabbiano ha avuto il merito di non lasciarsi sfuggire l’occasione di battere per la prima volta un top five. La cronaca. Fabbiano ha messo a segno il break già nel terzo game, ha cancellato due palle per il contro-break in quello successivo e poi ha difeso con autorità il vantaggio che gli ha consentito di incamerare per 6-4 il primo set. Nel secondo parziale la reazione dell’austriaco si è concretizzata in un break al sesto gioco (4-2), Fabbiano nell’ottavo game ha evitato che diventassero due ma non ha potuto impedire che Thiem pareggiasse il conto dei set (6-3). Nel terzo gioco del terzo set l’azzurro ha strappato a zero il servizio all’austriaco allungando poi sul 3-0, nel settimo gioco ha salvato due palle per il contro-break salendo 5-2, in quello successivo ha fallito due set-point ma nel nono game, dopo aver annullato altre tre chance per il contro-break al suo avversario si è messo in tasca anche il terzo parziale (6-3). Thomas ha preso un break di vantaggio anche nella quarta frazione, nel terzo gioco, replicando poi nel quinto contro un Thiem abbandonato anche dal proverbiale rovescio (4-1). Il braccio dell’azzurro invece non ha tremato e nell’ottavo gioco ha chiuso al secondo match-point con un diritto lungo linea. Al secondo turno Fabbiano troverà il kazako Alexander Bublik, numero 75 del ranking mondiale, alla sua prima partecipazione allo Slam a stelle e strisce: il pugliese ha vinto in tre set l’unico precedente disputato lo scorso anno negli ottavi del challenger di Ilkley (erba). “Ho fatto la mia partita senza pensare troppo a come giocava lui. Sono molto soddisfatto. Contro Bublik dovrò stare attento perché lui è capace di tirare vincenti da ogni parte del campo”, ha commentato a caldo Fabbiano che ha mantenuto la sua imbattibilità al quinto set (ha vinto 5 match su 5).

Berrettini lascia un set a Gasquet

Buona la prima per Matteo Berrettini: il 23enne romano, numero 25 del ranking mondiale e 24esima testa di serie, alla seconda presenza nel tabellone principale degli US Open (dodici mesi fa fu eliminato all’esordio), ha sconfitto per 64 63 26 62, in poco meno di due ore e tre quarti di partita, il francese Richard Gasquet, 33enne di Beziers, numero 36 Atp, che in quindici partecipazioni allo Slam della Grande Mela può vantare la semifinale nel 2013 e i quarti del 2015. Match strano il primo in assoluto tra il 23enne romano ed il francese. Matteo ha faticato per tutto il primo set: ha salvato una palla-break nel quinto gioco, quattro nel settimo ma è stato lui ad incamerare il primo parziale dopo che Gasquet ha giocato il suo peggior game al servizio proprio sul 5-4 per l’azzurro: il francese ha annullato la prima palla-break ma sulla seconda ha commesso un doppio fallo che ha consegnato il set nelle mani di Berrettini (6-4). L’azzurro si è trovato ancora in difficoltà in avvio di seconda frazione (due palle-break salvate) ma poi ha strappato addirittura a zero il servizio al suo avversario volando poi sul 3-0: è stato l’allungo che ha deciso anche il secondo set in favore di Matteo (6-3). Nel quarto gioco del terzo set, dopo otto palle-break salvate complessivamente nell’incontro (compresa una nel game), Matteo ha ceduto il servizio complice anche un mezzo miracolo di Gasquet. Il francese ha annullato tre chance per il contro-break immediato ed è salito 4-1 incamerando poi il terzo set per 6-2 con un altro break. Bella la risposta di Berrettini che nel quarto parziale è schizzato avanti 4-0, ha salvato una palla-break nel sesto gioco e poi ha archiviato l’incontro (6-1) con un ace, il 17esimo del match. Prossimo avversario per il romano l’australiano Jordan Thompson, numero 55 Atp (mai oltre il secondo turno nelle tre precedenti partecipazioni): Berrettini ha vinto l’unico precedente, disputato negli ottavi del futures di Santa Margherita di Pula quattro anni fa.

Sonego implacabile con Granollers

Esordio più che convincente anche per Lorenzo Sonego: il 24enne torinese, numero 49 Atp, alla seconda partecipazione allo Slam newyorkese (nel 2018 da lucky loser eliminò Gilles Muller e poi cedette a Khachanov), ha battuto per 63 64 64, in due ore e 21 minuti di partita, lo spagnolo Marcel Granollers, numero 91 del ranking mondiale, che in dieci partecipazioni a Flushing Meadows ha raggiunto gli ottavi nel 2013. La cronaca. Il 33enne di Barcellona si è aggiudicato i due precedenti con il 24enne torinese: nel challenger di Zhuhai 2018 e quest’anno al primo turno sull’erba di Wimbledon. Memore di tutto ciò Lorenzo è partito fortissimo e dopo un gioco d’apertura piuttosto laborioso è volato 4-0: ha restituito uno dei due break ma ha agevolmente difeso l’altro fino al 6-3. Nella seconda frazione lo spagnolo si è salvato al terzo game (tre le palle-break annullate) ma nel quinto ha ceduto la battuta addirittura a zero e Sonego ha siglato con un ace il 6-4. Nella terza frazione Sonego ha messo a segno il break già nel terzo gioco ed ha annullato la chance del contro-break in quello successivo. L’impresa però non gli è riuscita nell’ottavo game (4-4) ma la reazione di Lorenzo è stata fantastica: otto punti a zero (6-4) e via al secondo turno. Ottimi i numeri di Lorenzo al servizio: 10 ace (contro 3 doppi falli), il 65% di prime in campo ed il 77% dei punti ottenuti quando ha messo la prima. Prossimo avversario per lui lo spagnolo Pablo Andujar, numero 70 Atp (mai oltre il secondo turno nelle sei partecipazioni precedenti), che ha eliminato per 6-2 al quinto il britannico Kyle Edmund, numero 31 Atp e 30esima testa di serie.

Disastro Cecchinato

Alla sua terza apparizione nel main draw di New York (in altre due occasioni aveva disputato le qualificazioni), non è ancora riuscito a vincere un match Marco Cecchinato. Nella notte italiana il siciliano, numero 66 Atp, è stato battuto per 76(3) 76(6) 26 36 76(2), dopo tre ore e 52 minuti di lotta, dallo svizzero Henri Laaksonen, numero 119 del ranking mondiale, nel tabellone principale per la seconda volta (due anni fa perse all’esordio contro Del Potro). Il 27enne nato a Lohja (Finlandia) ha così replicato l’esito dell’unico precedente, disputato al primo turno di Basilea lo scorso anno. Il 26enne di Palermo ha fallito un set-point nel tie-break del secondo parziale e nel quinto set ha sprecato un break di vantaggio (3-1).

Stasera torna in campo Lorenzi

Il 37enne senese, numero 135 del ranking mondiale, ripescato in tabellone come lucky loser dopo il forfait per infortunio al ginocchio del sudafricano Kevin Anderson, gioca per l’ottava volta il Major della Grande Mela (nel 2017 ha raggiunto per la prima volta in carriera gli ottavi di finale in uno Slam). Paolo, che al primo turno ha piegato in rimonta lo statunitense Zachary Svajda, 17 anni ancora da compiere, numero 1.415 Atp, in gara con una wild card avendo vinto i campionati nazionali USA under 18 (36 67 64 76 62, in quattro ore e 20 minuti, lo score), torna in campo nella serata italiana contro il Next Gen serbo Miomir Kecmanovic, numero 50 Atp: tra i due non ci sono precedenti.

Risultati

“US Open 2019”
Grand Slam
Flushing Meadows, New York, Usa
26 agosto - 9 settembre, 2019
$57.000.000 - cemento

 

SINGOLARE MASCHILE

Primo turno
(23) Stan Wawrinka (SUI) b. (q) Jannik Sinner (ITA) 63 76(4) 46 63
(LL) Paolo Lorenzi (ITA) b. (wc) Zachary Svajda (USA) 36 67(5) 64 76(4) 62
Reilly Opelka (USA) b. (11) Fabio Fognini (ITA) 63 64 67(6) 63
Grigor Dimitrov (BUL) b. Andreas Seppi (ITA) 61 67(2) 64 63
(24) Matteo Berrettini (ITA) b. Richard Gasquet (FRA) 64 63 26 62
Henri Laaksonen (SUI) b. Marco Cecchinato (ITA) 76(3) 76(6) 26 36 76(2) 
Lorenzo Sonego (ITA) b. Marcel Granollers (ESP) 63 64 64
Thomas Fabbiano (ITA) b. (4) Dominic Thiem (AUT) 64 36 63 62

Secondo turno
(LL) Paolo Lorenzi (ITA) c. Miomir Kecmanovic (SRB)
(24) Matteo Berrettini (ITA) c. Jordan Thompson (AUS)
Lorenzo Sonego (ITA) c. Pablo Andujar (ESP)
Thomas Fabbiano (ITA) c. Alexander Bublik (KAZ)
 

DOPPIO MASCHILE

Primo turno
Marco Cecchinato/Andreas Seppi (ITA) c. Pablo Andujar/Fernando Verdasco (ESP)

 

QUALIFICAZIONI MASCHILI

Primo turno
Elliot Benchetrit (FRA) b. (1) Stefano Travaglia (ITA) 26 76(3) 62
Ze Zhang (CHN) b. Federico Gaio (ITA) 76(3) 63
Emilio Gomez (ECU) b. Andrea Arnaboldi (ITA) 64 64
Santiago Giraldo (COL) b. Roberto Marcora (ITA) 64 63
(6) Salvatore Caruso (ITA) b. Yunseong Chung (KOR) 60 62
Filippo Baldi (ITA) b. Ramkumar Ramanathan (IND) 75 76(9)
Stefano Napolitano (ITA) b. (wc) Sam Riffice (USA) 62 64
Alessandro Giannessi (ITA) b. (wc) J.J. Wolf (USA) 26 75 62
Noah Rubin (USA) b. Gianluca Mager (ITA) 62 63
Guillermo Garcia-Lopez (ESP) b. (21) Lorenzo Giustino (ITA) 36 75 62
(24) Jannik Sinner (ITA) b. Matteo Viola (ITA) 61 60
(15) Paolo Lorenzi (ITA) b. Enrique Lopez Perez (ESP) 75 62

 

Secondo turno
Tobias Kamke (GER) b. Filippo Baldi (ITA) 64 76(5)
(29) Hyeon Chung (KOR) b. Stefano Napolitano (ITA) 62 63
Lukas Rosol (CZE) b. (6) Salvatore Caruso (ITA) 61 75
Constant Lestienne (FRA) b. Alessandro Giannessi (ITA) 63 60
(24) Jannik Sinner (ITA) b. Viktor Galovic (CRO) 46 76(2) 75
(15) Paolo Lorenzi (ITA) b. Enzo Couacaud (FRA) 76(3) 63

 

Turno di qualificazione
(24) Jannik Sinner (ITA) b. Mario Vilella Martinez (ESP) 76(1) 60
Jiri Vesely (CZE) b. (15) Paolo Lorenzi (ITA) 64 57 76(2)

 

SINGOLARE MASCHILE

DOPPIO MASCHILE

QUALIFICAZIONI MASCHILI

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi