-
Eventi Internazionali

Us Open: Djokovic-Federer, niente rivincita in finale

Sorteggiato il tabellone maschile dello Us Open. Lo svizzero e il serbo sono dalla stessa parte e si possono incontrare in semifinale. Anche Medvedev è nella loro sezione di tabellone. Nella metà di Nadal ci sono Thiem e Zverev

26 agosto 2019

Non ci sarà un'altra finale tra Novak Djokovic e Roger Federer. Il serbo, il campione in carica allo Us Open, è nella stessa metà di tabellone dello svizzero. Si potranno incontrare al massimo in semifinale.

Djokovic debutta con lo spagnolo Carballes Baena, poi eventualmente avrebbe l'americano Sam Querrey e un terzo turno con il suo connazionale Dusan Lajovic. Interessante il teorico ottavo di finale che potrebbe opporlo a Stan Wawrinka, prima di un possibile scontroi nei 'quarti' con Daniil Medvedev, che l'ha battuto a Cincinnati tirando sempre due 'prime' di servizio dalla metà del secondo set prima di diventare il quinto russo ad aver vinto un Masters 1000.

Il cammino di Federer invece inizia con un qualificato, poi potrebbe sfidare il bosniaco Dzumhur al secondo turno. Il francese Pouille o il tedesco Kohlschreiber possono aspettarlo al terzo turno. Rispettando le teste di serie è avviato a un ottavo contro David Goffin. Insidie Raonic, Nishikori o Coric nei quarti.

Rafa Nadal, invece, fa il suo esordio con l'australiano John Millman per poi potenzialmente incontrare l'altro canguro, Thanasi Kokkinakis. Dopo l'eventuale terzo turno con Fernando Verdasco, Nadal sarebbe in teorica rotta di collisione con John Isner o Marin Cilic. Lo spagnolo è nel quarto di Alexander Zverev, che però potrebbe dover superare Benoit Paire al terzo turno e il russo Karen Khachanov negli ottavi prima di arrivare a sfidarlo.
 

Djokovic verso la rivincita con Medvedev

Novak Djokovic, che ha raggiunto sette finali negli ultimi nove anni allo Us Open vincendone tre, debutta contro lo spagnolo Carballes Baena, ma già potrebbe incontrare in Sam Querrey un ostacolo da non sottovalutare al secondo turno. Se lo statunitense dovesse battere Juan Ignacio Londero, i due si affronterebbero per la dodicesima volta in carriera: il numero uno del mondo è avanti 9-2 nei precedenti ma ha perso l'ultima sfida Slam a Wimbledon nel 2016.

L'eventuale quarto di finale con Medvedev, che è sotto 3-2 nei precedenti ma ha vinto entrambi i match giocati quest'anno, potrebbe accendere la seconda settimana del torneo. Non è scontato che ci si arrivi. In questa sezione di tabellone rientrano infatti Stan Wawrinka, vincitorre tre anni fa, il finalista dell'edizione 2017 Kevin Anderson, e Fabio Fognini. 

Federer nel secondo quarto con Goffin e Nishikori

Roger Federer riuscì a vincere cinque titoli e 40 partite di fila allo Us Open prima di perdere la finale contro Juan Martin Del Potro nel 2009. Lo svizzero continua a inseguire il sesto titolo che gli permetterebbe di staccare Jimmy Connors e Pete Sampras diventando così per distacco il più titolato nella storia del torneo. A Cincinnati, però, dove ha vinto sette volte, ha subito la sua sconfitta più rapida da oltre un decennio, 63 64 contro Andrey Rublev. Federer, che ha vinto tre titoli quest'anno e superato la tripla cifra (Dubai, Miami, Halle), potrebbe affrontare Djokovic per la settima volta allo Us Open, sempre in semifinale o in finale.

Ma dovrà uscire da un quarto che comprende il finalista del Masters 1000 di Cincinnati David Goffin, Kei Nishikori, Borna Coric, Alex de Minaur, Milos Raonic e Grigor Dimitrov.  

Subito Shapovalov contro Auger-aliassime

Il futuro del tennis è nel terzo quarto di tabellone. Per il secondo anno di fila, al primo turno Denis Shapovalov incontra l'amico fraterno Felix Auger-Aliassime. In questa sezione di tabellone c'è anche Stefanos Tsitsipas. Il numero 8 del mondo non è stato particolarmente fortunato: al primo turno dovrà affrontare Andrey Rublev, che sta esprimendo un ottimo tennis in queste settimane e ha centrato contro Federer la seconda vittoria in carriera contro un top 10.

Tsitsipas, primo greco a entrare in top 10, vincere un titolo ATP, raggiungere una finale in un Masters 1000 e la semifinale in uno Slam, potrebbe incontrare al terzo turno Nick Kyrgios che a Washington gli ha portato le scarpe (dopo che aveva fatto applicare nuovi lacci dal padre in tribuna) e poi gli aveva fatto le scarpe, vincendo uno dei match più divertenti dell'estate. Nel suo ottavo, poi, potrebbe avere il neo-top 10 Bautista-Agut o Matteo Berrettini.

Nell'ottavo basso c'è Dominic Thiem come testa di serie più alta. L'austriaco debutta con Thomas Fabbiano per poi eventualmente ritrovare Bublik che l'ha fatto impazzire a suon di servizi da sotto al Roland Garros. Thiem è nell'ottavo di Gael Monfils o Auger-Aliassime ma non guarda troppo al tabellone, ha detto a ESPN, come riporta il sito dell'ATP. "Non mi interessa sapere se sono dal lato di Nadal o Federer o Djokovic - ha spiegato - il mio interesse adesso è solo ai primi due turni".

La sezione di Nadal

Rafa Nadal affronta subito John Millman, l'australiano che l'anno scorso era riuscito a sorprendere Roger Federer negli ottavi. Tre volte vincitore di questo torneo, potrebbe incontrare Kokkinakis, che un anno fa aveva anche lui sconfitto lo svizzero, a Miami.

L'anno scorso, Nadal aveva giocato contro Thiem una delle migliori partite dell'anno. Ma prima di sfidare l'austriaco, potrebbe incrociare Karen Khachanov o Sascha Zverev, testa di serie numero 6, chiamato a un secondo turno non scontato contro Ivo Karlovic o Frances Tiafoe se dovesse battere all'esordio Radu Albot.

IL TABELLONE COMPLETO

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi