-
Eventi Internazionali

Mondiali Under 14, il futuro è delle sorelle Fruhvirtova

Brenda e Linda trascinano la Repubblica Ceca nella vittoria del World Junior Tennis per Nazioni. Battuti in finale gli States, che però fanno il colpaccio tra i maschi. Italia in rosa undicesima

di | 12 agosto 2019

Sui tradizionali campi in terra rossa del Tk Plus Center di Prostejov, nella Repubblica Ceca, gli Stati Uniti e i padroni di casa hanno conquistato la 29esima edizione dei campionati mondiali under 14 a squadre, creatura della Federazione internazionale etichettata World Junior Tennis, che vede in lizza 16 nazioni. Per gli Stati Uniti si è trattato del sesto successo nella coppa maschile da affiancare ai sette titoli femminili, successo che ne conferma la straordinaria leadership. Da parte sua la Repubblica Ceca è salita a quota 5 titoli, tutti al femminile, posizionandosi al terzo posto nella classifica di titoli per nazione che vede la Russia seconda a quota otto.

Stati Uniti contro pronostico

Una finale al maschile, quanto mai incerta sino al terzo set del doppio decisivo, ha visto gli Stati Uniti prevalere sulla Francia a dispetto dell'avverso pronostico. Decisivo è stato il singolare strappato dal campione nazionale Usa under 14, Nishesh Basavareddy, al transalpino Gabriel Debru, numero 9 delle classifiche europee, già vincitore a Pescara, dopo che Kyle Kang si era arreso ad Antonie Ghibaudo (25esimo in Europa).

L'impresa sognata dagli Stati Uniti nel big match al femminile contro la Repubblica Ceca non è invece andata a buon fine.
Troppo forti le due sorelle Fruhivirtova, Brenda e Linda (clamorosa vincitrice a inizio stagione dei titoli di singolare e doppio nei “Piccoli Assi” di Tarbes). Mentre Tsehay Driscoll ha retto il confronto con Brenda, Claire Ngounque ha raccolto appena un game contro Linda.

Azzurre undicesime

Come non bastasse la Repubblica Ceca, sempre più competitiva nelle Coppe mondiali e nei campionati d'Europa, ha guadagnato anche il terzo posto nella World Junior maschile battendo la Croazia, mentre il terzo gradino del podio in gonnella è stato appannaggio del Canada che ha preceduto la Svizzera.

Con un team formato da Anna Paradisi, Giada Rossi e Federica Urgesi, e in virtù del sesto posto colto in Coppa Europa, l'Italia ha preso parte alla Coppa femminile ottenendo l’undicesima posizione. Nella prima parte della competizione le azzurrine sono state superate da canadesi e serbe dopo aver battuto la Grecia, forte della neo campionessa d'Europa Michaela Laki.

Approdate ai play-off per la definizione delle posizioni dalla nona alla sedicesima (in virtù del computo del rapporto tra match vinti e persi) l'Italia si è ripetuta ai danni proprio della Grecia, di nuovo vincendo al doppio decisivo; po ha battuto 3-0 il Brasile, testa di serie numero sette, infine è stata sconfitta 2-1 dalla Cina, sempre alternando nei singolari Urgesi, Rossi e Paradisi.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi