-
Eventi Internazionali

Cecchinato, quanti rimpianti...

Marco esce di scena all'esordio nel Masters 1000 canadese cedendo 6-4 al terzo all'argentino Schwartzman, numero 23 Atp, capace di far valere la sua maggior fiducia nei momenti chiave del match. Per Fognini, settima testa di serie, ingresso in gara direttamente al secondo turno. Forfait Berrettini

di | 26 agosto 2019

Un’altra sconfitta che lascia tanto amaro in bocca a Marco Cecchinato. Nella serata italiana il 26enne palermitano, numero 61 del ranking mondiale, è infatti uscito di scena all’esordio nella “Rogers Cup”, torneo ATP Masters 1000 dotato di un montepremi di 5.701.945 dollari in corso sui campi in cemento di Montreal (ad anni alterni con Toronto), in Canada: l’azzurro ha ceduto con il punteggio di 36 76(5) 64, dopo due ore e 35 minuti di lotta, all’argentino Diego Schwartzman, numero 23 Atp, reduce dal successo di Los Cabos. Per il 26enne di Buenos Aires si tratta della terza affermazione in quattro confronti diretti, la seconda in questa stagione dopo quella ottenuta in tre al primo turno del Masters 1000 di Madrid, mentre in febbraio in finale a Buenos Aires si era imposto in due set il tennista siciliano, conquistando il suo terzo titolo in carriera.
Si tratta della nona sconfitta consecutiva al primo turno per Cecchinato, che non vince un incontro dall’esordio agli Internazionali BNL d’Italia di metà maggio, quando superò l’australiano Alex De Minaur, per poi cedere al tedesco Philip Kohlschreiber.

CECK PARTE BENE MA MANCA NEI MOMENTI CHIAVE - Nella prima frazione turni di servizi regolari fino al 4-3 (senza alcuna palla break) per il siciliano, che è riuscito al termine di un interminabile ottavo gioco a sfruttare la sesta chance per togliere la battuta al sudamericano – incappato anche in due doppi falli - e poi chiudere la frazione dopo poco meno di tre quarti d’ora di gioco. Nel secondo set è stato Cecchinato a dover fronteggiare una palla break nel sesto game, la prima concessa nell’incontro, prima di agguantare il 3-3, mentre nel gioco seguente ne ha salvata una pure Schwartzman. Sul 5-6 30-40 Marco ha saputo cancellare un set point con il sesto ace della sua partita, per rifugiarsi al tie-break. Il 26enne di Palermo è stato in vantaggio per 3 a 1, ma si è fatto riprendere dal ‘Peque’, che poi lo ha sorpassato, riuscendo a portare la sfida al terzo (7 punti a 5) sfruttando la seconda palla set. La partita decisiva si è aperta con una palla break sventata dall’azzurro, che però nel game seguente ne ha mancate tre consecutive. E ancora più pesanti sono state le due opportunità di “strappo” mancate sul 4-3 in suo favore da Marco, che poi ha pagato il contraccolpo cedendo lui la battuta nel gioco successivo dopo aver fallito una palla del 5-4. L’argentino – sicuramente con il pieno di fiducia a differenza dell’italiano - non si è fatto pregare e ha chiuso il discorso, lasciando ancora una volta tanti rimpianti a Cecchinato.

Fognini entra in gara al secondo turno

Ingresso in gara direttamente al secondo turno, invece, per Fabio Fognini, numero 11 del ranking mondiale e settima testa di serie: il 32enne di Arma di Taggia, reduce dai quarti a Los Cabos (dove non è riuscito a confermare il titolo vinto lo scorso anno), debutterà contro lo statunitense Tommy Paul, numero 128 del ranking mondiale, proveniente dalle qualificazioni. Tra i due non ci sono precedenti.
Forfait dell’ultim’ora per Matteo Berrettini, numero 23 del ranking mondiale: il 23enne romano non si sente ancora pronto per il rientro nel circuito dopo l’infortunio alla caviglia destra che gli ha impedito di difendere il titolo a Gstaad. Berrettini avrebbe dovuto affrontare il veterano spagnolo Feliciano Lopez, numero 64 Atp, promosso dalle qualificazioni.

NADAL E THIEM GUIDANO IL SEEDING - La “Rogers Cup” vede in gara 12 dei primi 15 tennisti del ranking: gli assenti sono il numero uno del mondo Djokovic, il numero 3 Federer (entrambi per scelta) e il numero 12 Del Potro (per infortunio). Il favorito numero uno è lo spagnolo Rafa Nadal (n.2 Atp), campione in carica, che nel seeding precede l’austriaco Dominic Thiem, il tedesco Alexander Zverev, vincitore dell’edizione del 2017, il greco Stefanos Tsitsipas, il giapponese Kei Nishikori, il russo Karen Khachanov, l’azzurro Fognini e l’altro russo Daniil Medvedev: le prime 8 teste di serie hanno un “bye” al primo turno.

Risultati

“Rogers Cup”
ATP World Tour Masters 1000
Montreal, Canada
5 - 11 agosto, 2019
$5.701.945 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
(7) Fabio Fognini (ITA) bye
Diego Schwartzman (ARG) b. Marco Cecchinato (ITA) 36 76(5) 64

Secondo turno
(7) Fabio Fognini (ITA) c. (q) Tommy Paul (USA)

DOPPIO
Primo turno
Benoit Paire/Stan Wawrinka (FRA/SUI) b. Fabio Fognini/Lucas Pouille (ITA/FRA) 64 76(7)

SINGOLARE

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi