-
Eventi Internazionali

Finale amara per Camila: a Washington domina la Pegula

Una Giorgi insolitamente nervosa cede in due set alla statunitense nella finale del “Citi Open” in un match mai in discussione. Per la 25enne di Buffalo si tratta del primo titolo nel circuito maggiore

di | 04 agosto 2019

A volte ci può essere qualcosa di positivo anche in una sconfitta, soprattutto se arriva in finale. Era dall’ottobre del 2018 - a Linz, quando poi era tornata a casa con il suo secondo trofeo in carriera - che Camila Giorgi non giocava una sfida per il titolo. In mezzo mesi duri e difficili per la 27enne di Macerata, segnati soprattutto dal problema al polso destro. Ed è per questo che l’azzurra deve riuscire a prendere energia e motivazioni dalla settimana appena conclusa. Senza soffermarsi troppo sul fatto che nella finale del “Citi Open”, torneo WTA International dotato di un montepremi di 250mila dollari che si è concluso sui campi in cemento del Rock Creek Park Tennis Center di Washington (combined con un ATP 500), negli Stati Uniti, non ci sia stata molta storia. La Giorgi, numero 62 del ranking mondiale, ha infatti ceduto per 62 62, in appena 59 minuti di gioco, alla la statunitense Jessica Pegula, 25enne di Buffalo, numero 79 Wta, che ha giocato la partita della vita, aggiudicandosi il suo primo trofeo del circuito maggiore (alla seconda finale disputata dopo quella di Quebec City lo scorso anno).

Un salto indietro nel tempo. Giorgi e Pegula si erano incontrate infatti solo a livello ITF ma sempre negli Stati Uniti: la statunitense aveva vinto le due sfide sulla terra rossa, a Lutz nel 2011 e a Innisbrook l’anno successivo, sempre in Florida. L’azzurra si era aggiudicata in rimonta l’unica disputata sul veloce, a Carson, in California, nel 2011. La cronaca. La 25enne di Buffalo si è presentata subito con due risposte micidiali ed ha strappato il servizio a Camila già nel primo gioco. La statunitense, sorretta da un diritto praticamente ingiocabile, ha difeso con disinvoltura il vantaggio e nel settimo gioco ha raddoppiato il break (5-2) e poi ha archiviato in appena 24 minuti il primo set (6-2). La Giorgi ha cominciato a mostrare segni di nervosismo piuttosto insoliti per lei, ma soprattutto ha continuato a non riuscire a leggere il servizio della Pegula, oltre a perdere quasi tutti gli scambi prolungati. La 27enne di Macerata ha ceduto la battuta anche in avvio di seconda frazione, e nel gioco successivo non ha sfruttato una chance per il contro-break (sulla prima palla-break concessa dall’americana nel match). Il copione ha ricalcato quello del primo set, anche se Camila ha risposto un pochino meglio: nel quinto game la Pegula, che ha continuato a dimostrare un’ottima mobilità nonostante una vistosa fasciatura alla coscia sinistra, ha messo a segno un altro-break (5-1). Giorgi ha tenuto con orgoglio un turno di servizio ma poi la Pegula ha chiuso il discorso (6-2). E lunedì si regalerà il best ranking: sarà numero 54.

Anche la Giorgi - alla settima finale in carriera (due i titoli vinti: ’s-Herogenbosch 2015 e Linz 2018) - recupererà diverse posizioni, risalendo al numero 52. “Ringrazio il pubblico che mi ha sostenuto per tutta la settimana”, ha detto Camila senza aggiungere altro. E’ delusa e si vede. In questa settimana ha battuto Sachia Vickery, Rebecca Peterson, Zarina Diyas e Catherine McNally e probabilmente non si aspettava di trovare in finale una Pegula così motivata (che alla premiazione è stata raggiunta sul campo anche dal suo cagnolino).

L’azzurra era rientrata nel tour a Washington dopo oltre un mese di stop: non giocava un match ufficiale dall'eliminazione al primo turno di Wimbledon (battuta dall’ucraina Yastremska) dove difendeva i quarti del 2018. E non metteva in fila due partite dallo scorso gennaio, agli Australian Open (dove aveva vinto anche il suo ultimo match). Dopo Miami, a marzo, Camila si è fermata fino a giugno quando è tornata in campo ad Eastbourne e poi ha giocato lo sfortunato match ai “The Championships”. A Washington ha fatto un deciso passo avanti.

Risultati

“Citi Open”
WTA International
Washington, Stati Uniti
29 luglio - 4 agosto, 2019
$250.000 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
Camila Giorgi (ITA) b. (q) Sachia Vickery (USA) 62 75

Secondo turno
Camila Giorgi (ITA) b. Rebecca Peterson (SWE) 36 63 64

Quarti
Camila Giorgi (ITA) b. Zarina Diyas (KAZ) 63 62

Semifinale
Camila Giorgi (ITA) c. Catherine McNally (USA) 76(5) 62

Finale
Camila Giorgi (ITA) b. Jessica Pegula (USA) 62 62

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi