-
Eventi Internazionali

Opelka e Rublev, che balzo in avanti

Nel ranking ATP di questa settimana, Reilly Opelka guadagna 14 posizioni e festeggia la sua miglior classifica di sempre. Ne recupera il doppio il russo, finalista ad Amburgo, che torna fra i primi 50. In top 10, Fognini risale al numero 9

29 luglio 2019

Un'unica variazione nella top ten del ranking mondiale, sempre guidata da Novak Djokovic, alla 38esima settimana consecutiva al comando (la 262esima complessiva: è quinto nella speciale classifica), sempre con 4.470 punti di vantaggio su Rafa Nadal. In terza posizione Roger Federer, poi Dominic Thiem, Alexander Zvereve e il Next Gen Stefanos Tsitsipas, il cui sesto posto è insidiato da Kei Nishikori. Ottavo è il russo Karen Khachnov che precede l'azzurro Fabio Fognini che si è ripreso la nona poltrona (best ranking eguagliato) scavalcando l'altro russo Daniil Medvedev. 
In top 20 si scambiano Borna Coric (n.14, +1), e John Isner (n.15, -1), che ha sofferto la più precoce eliminazione in 10 partecipazioni ad Atlanta. Isner ha perso contro Reilly Opelka, che ha guadagnato grazie alla semifinale 14 posizioni e migliorato il best ranking salendo al numero 41 del mondo.

E' secondo il top 50 che ha recuperato più posizioni questa settimana dopo Andrey Rublev. Il russo, sconfitto ad Amburgo per la terza volta in quattro finali ATP, è tornato tra i primi 50 con un balzo in avanti di 28 posti. Questa settimana è numero 49. Miglioramenti in doppia cifra anche per Pablo Carreno Busta (n.47, +12) e Filip Krajinovic (n.48, +10). Ne recupera 9 Alex De Minaur, campione ad Atlanta, terzo a vincere un titolo ATP senza concedere palle break: "Demon" è numero 25.

CLASSIFICA ATP - TOP TEN

1 Djokovic, Novak (SRB) 0 12.415 punti 
2 Nadal, Rafael (ESP) 0 7.945 
3 Federer, Roger (SUI) 0 7.460 
4 Thiem, Dominic (AUT) 0 4.595
5 Zverev, Alexander (GER) 0 4.415
6 Tsitsipas, Stefanos (GRE) 0 4.045
7 Nishikori, Kei (JPN) 0 4.040
8 Khachanov, Karen (ARG) 0 2.890
9 Fognini, Fabio (ITA) +1 2.625
10 Medvedev, Daniil (RUS) -1 2.625

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi