-
Eventi Internazionali

Le nazionali Under 12 promosse alle finali del Nations Challenge

Nella competizione targata Tennis Europe, i maschi si sono qualificati per Dijon, le ragazze per Ajaccio. I primi nella fase di qualificazione di Haren, in Olanda, non hanno perso nemmeno un match; le altre si sono rifatte dalla sconfitta iniziale contro la Russia

29 luglio 2019

La tradizione si ripete: l’Olimpica Tennis Rezzato continua a portare fortuna all’Italia al femminile. Da quando nel 2017 una delle quattro fasi europee di qualificazione per il Nations Challenge by Head - femminile - ha trovato casa in provincia di Brescia, la formazione azzurra under 12 ha sempre conquistato uno dei due posti in palio per le finali di Ajaccio (Francia). Le nostre portacolori ce l’hanno fatta anche stavolta, cancellando con tre vittorie in serie la sconfitta subita giovedì all’esordio con la Russia. Il loro successo fa il paio con quello raggiunto dai ‘maschietti’ che invece erano impegnati ad Haren, in Olanda, a caccia di un posto per la fase finale di Dijon (sempre Francia).

I maschietti a Dijon - Jannick Ngantcha, Federico Ciná, Jacopo Vasamì, capitanati dal tecnico federale Luca Sbrascini ha chiuso la sua fase di qualificazione senza perdere nemmeno un match e lasciando per strada soltanto un set, mostrando così una sicurezza e una superiorità sui loro coetanei ai limiti dell’impressionante. Ora da Haren, Olanda, si va a Dijon, in Francia.

Le ragazze ad Ajaccio - Destinazione Ajaccio (Corsica), invece per Francesca De Matteo, Aurora Nosei e Greta Petrillo che sui campi lombardi l’hanno spuntata per 2-1 sul Portogallo nei play-off qualificazione. Insieme all’Italia, si è guadagnata un posto per le fasi finali dell’8-11 agosto anche la Russia, che era stata capace in apertura di manifestazione di battere proprio le azzurre. In quattro incontri, le ragazze dell'Est non hanno ceduto nemmeno uno dei 24 set disputati, risolvendo in fretta anche il play-off con la Croazia. Per il secondo anno consecutivo, da Rezzato ad Ajaccio, passano le stesse formazioni, con la Russia candidata per conquistare di nuovo una competizione già vinta per ben 5 volte.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi