-
Eventi Internazionali

Fognini "vede rosso": vince ancora Carreno

Nei quarti dell'’“Hamburg European Open” il numero uno azzurro perde per la settima volta con lo spagnolo Carrreno Busta. In semifinale anche il georgiano Basilashvili, campione in carica, il tedesco Zverev ed il russo Rublev

di | 20 luglio 2019

Ancora una volta Pablo Carreno Busta si conferma ostacolo insormontabile per Fabio Fognini. Nei quarti di finale nell’“Hamburg European Open” - torneo ATP 500 dotato di un montepremi di 1.718.170 euro in corso sulla terra rossa della città tedesca - il 32enne di Arma di Taggia, numero 10 del ranking mondiale e terza testa di serie, campione nell’edizione del 2013 ed ancora finalista in quella del 2015 (stoppato da Nadal), ha ceduto per 36 62 76(4), dopo due ore e 38 minuti di lotta, al 28enne spagnolo di Gijon, numero 59 del ranking mondiale. Per Carreno Busta si è trattato del settimo successo in altrettante sfide con l’azzurro.

E’ un Fognini che si sta piano piano ritrovando - il ligure continua però ad essere un po’ troppo nervoso a causa di una condizione fisica che non è ancora quella ottimale - ma gli alti e bassi sono ancora troppi. Intanto, però, con il risultato di Amburgo si è assicurato il ritorno sulla nona poltrona mondiale, che per il 32enne di Arma di Taggia significa eguagliare il best ranking.

La cronaca. Contro la “bestia nera” Carreno - sotto gli occhi del capitano azzurro Corrado Barazzutti - Fabio ha giocato i primi quattro game del match da antologia: poi si è distratto un attimo ed ha ceduto il servizio a zero ma ha difeso con autorità l’altro break di vantaggio fino al 6-3 con il quale ha archiviato il primo parziale. Il numero uno azzurro è partito bene anche nella seconda frazione, strappando la battuta allo spagnolo nel game d’apertura: in quello successivo, durato ben 16 punti, Fabio ha annullato ben cinque palle per il contro-break (l’ultima in modo delizioso: drop-shot e pallonetto) salendo 2-0. Nel terzo gioco il ligure ha fallito la chance del doppio break ed in quello successivo, spedendo fuori un diritto, ha permesso al 28enne di Gijon di riagganciarlo sul 2 pari. Improvvisamente il match è girato ed il possibile 3-0 per Fabio si è trasformato sorprendentemente in sei game di fila per lo spagnolo che ha pareggiato il conto dei set (6-2). Nella frazione decisiva Fabio ha nuovamente vanificato un vantaggio iniziale di 2-0 e si è ritrovato sotto 2-3: al cambio campo ha chiesto l’intervento del trainer che gli ha massaggiato la coscia sinistra. Alla ripresa l’azzurro ha ceduto di nuovo il servizio permettendo a Carreno di vincere il quarto gioco consecutivo: Fognini ha interrotto l’emorragia riprendendosi subito il break e riagganciando lo spagnolo (4-4) al termine di un game interminabile condito da 5 palle-break e un penality point rimediato dal ligure. Nel decimo gioco Fognini ha concesso un match-point con un doppio fallo e lo ha cancellato con una prima robusta. Il secondo lo ha annullato con un rovescio lungo linea imprendibile. Il terzo lo ha invece sprecato lo spagnolo rispondendo lungo così come il quarto, sbagliando sempre di diritto e l’azzurro si è arrampicato sul 5 pari. A decidere tutto è stato il tie-break: Fognini è apparso stanco, Carreno molto meno ed ha finito per aggiudicarselo per 7 punti a 4, al settimo match-point complessivo.

Sabato in semifinale Carreno Busta dovrà vedersela con il russo Andrey Rublev, numero 78 Atp, che ha eliminato per 76(3) 76(5), in poco più di un’ora e tre quarti di partita, l’austriaco Dominic Thiem, numero 4 del ranking mondiale e prima testa di serie del torneo, mettendo a segno la prima vittoria in carriera contro un top five. L’arma vincente del 21enne moscovita, che poco più di un anno fa era a ridosso dei top trenta, è stata la risposta. Nel bilancio dei precedenti Rublev è in vantaggio per 2-0 su Carreno.

La semifinale della parte bassa del tabellone la giocheranno invece Nikoloz Basilashvili ed Alexander Zverev: il georgiano, numero 16 Atp e quarta testa di serie, nonché campione in carica, ha regolato per 62 63 il francese Jeremy Chardy, numero 77 del ranking mondiale, mentre il tedesco, numero 5 Atp e secondo favorito del tabellone, beneficiario di una wild card e fresco di “divorzio” da coach Ivan Lendl, ha superato per 26 75 62, in due ore e venti minuti di partita, il serbo Filip Krajinovic, numero 58 del ranking mondiale. Il 27enne di Sombor ha sprecato una grande occasione: avanti 62 5-2 è arrivato a due punti dalla vittoria per tre volte nel nono gioco ed un’altra nel decimo prima di subire la rimonta clamorosa di “Sascha”. Il 22enne di Amburgo si è aggiudicato entrambe le sfide precedenti con il 27enne di Tbilisi.

”SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in diretta ed esclusiva il torneo ATP 500 di Amburgo. Questa la programmazione:
sabato 27 luglio - LIVE (semifinali)
alle ore 13.30
Basilashvili (GEO) c. A.Zverev (GER)
non prima delle ore 15.00
Rublev (RUS) c. Carreno Busta (ESP)

domenica 28 luglio - LIVE alle ore 12.00 (finale)


Risultati

“Hamburg European German Open”
Atp World Tour 500
Amburgo, Germaniia
22 - 28 luglio, 2019
€1.718.170 - terra battuta

SINGOLARE
Primo turno
(3) Fabio Fognini (ITA) b. (q) Julian Lenz (GER) 64 64
Federico Delbonis (ARG) b. Marco Cecchinato (ITA) 67(5) 76(3) 62

Secondo turno
(3) Fabio Fognini (ITA) b. (wc) Rudolf Molleker (GER) 75 64

Quarti
Pablo Carreno Busta (ESP) b. (3) Fabio Fognini (ITA) 36 62 76(4)

DOPPIO
Primo turno
(3) Oliver Marach/Jurgen Melzer (AUT) b. Marco Cecchinato/Benoit Paire (ITA/FRA) 62 61

QUALIFICAZIONI
Primo turno
(4) Gianluca Mager (ITA) b. (Alt) Tobias Kamke (GER) 63 62

Turno di qualificazione
(wc) Julian Lenz (GER) b. (4) Gianluca Mager (ITA) 62 67(4) 75

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi