-
Campioni nazionali

29 aprile: tanti auguri Sara!

Oggi è il compleanno di Sara Errani, la giocatrice italiana che ha vinto più tornei tra singolare e doppio. Una delle grandi protagoniste dell’epoca d’or del nostro tennis

di | 29 aprile 2020

IL COMPLEANNO

Sara Errani: 33 anni. E’ nata a Bologna (nel 1987) e cresciuta a Massa Lombarda, in Romagna. E’ diventata grande in giro per il mondo e ora è chiusa in casa come tutti noi, nella sua casa di Valencia. Ogni tanto esce con la racchetta, va giù dove ci sono i garage e tira qualche pallata. “Ma fa un baccano tremendo e ho paura che mi mandino via” ha raccontato qualche giorno fa, mentre aspetta anche lei di poter a un certo punto, riprendere ad allenarsi.

Leggi che cosa ha detto nella sua ultima intervista

Adesso è n.169 del mondo, una specie di seconda carriera, dopo la sfortunata vicenda dei tortellini contaminati dal letrozolo che le ha mandato per traverso le ultime stagioni. Aspetta, con il suo allenatore degli anni più belli, Pablo Lozano, di poter provare a risalire, perché il tennis è ancora la sua passione numero uno. Recentemente ha anche fatto sapere che non le dispiacerebbe allenare, il giorno che dovesse decidere di non competere più.

Nel farle gli auguri non si può però non approfittare per ricordare quanta grande storia del tennis abbia scritto: è la giocatrice italiana che ha vinto più titoli in assoluto: 9 in singolare e 27 in doppio. I primi li possiamo elencare: Palermo e Portorose nel 2008; Acapulco, Barcellona, Budapest e ancora Palermo nel 2012, Acapulco nel 2013; Rio de Janeiro nel 2015; Dubai nel 2016.

Quelli di coppia sono troppi: 27. Ci possiamo limitare a ricordare che Sara, insieme a Roberta Vinci ha realizzato un’impresa straordinaria come completare il Career Grand Slam; vincere cioè tutte e quattro le grandi prove: gli Australian Open nel 2013 e 2014, Roland Garros nel 2012, Wimbledon nel 2014, gli Us Open nel 2012. Nessuna coppia italiana c’era mai riuscita.

E’ stata anche la prima giocatrice italiana a qualificarsi per le Wta Finals sia in singolare che in doppio nella stessa stagione, il fantastico 2012 in cui raggiunse anche la finale del Roland Garros, battuta solo da Maria Sharapova, e le semifinali agli Us Open, fermata da Serena Williams. L’anno della vittoria in doppio agli Internazionali BNL d’Italia. L’anno in cui è salita al n.1 della classifica mondiale di doppio, il 10 settembre, all’indomani del successo agli Us Open.

La stagione successiva, 2013, ha potuto aggiungere solo qualche ciliegina: il best ranking in singolare (n.5 del mondo il 20 maggio, all’indomani delle semifinali agli Internazionali BNL d’Italia e alla vigilia di quelle che raggiungerà ancora al Roland Garros) il terzo successo in Fed Cup, dopo quelli del 2009 e 2010, in finale contro la Russia, a Cagliari.

Sara si è regalata (e ci ha regalato) grandi soddisfazioni. Oggi possiamo regalarle (e regalarci) l’augurio di rivederla in campo prima possibile, con la stessa voglia di sempre. Quella fantastica grinta, unita alla sapienza tecnico-tattica, che le ha fatto guardare tante a volte dall’alto in basso giocatrici ben più grandi e grosse di lei. Tanti auguri, piccola grande Sara!

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi