-
Campioni internazionali

Djokovic: show in allenamento da... mancino

Il serbo numero uno del mondo, rientrato a Belgrado, è stato ripreso mentre si allena giocando con la mano sinistra. Non è certo il suo caso, ma ci sono stati in passato casi di giocatori e giocatrici che hanno cambiato mano

di | 28 maggio 2020

Ma Nole non è destro? A vederlo in azione un video postato sui social il dubbio viene, eccome. Il video in questione lo ritrae in allenamento a ritmo molto intenso e con la racchetta ben stretta dalla mano sinistra. Il numero uno del mondo sta ritrovando la forma in vista del ritorno ufficiale in campo all'Adria Tour, un torneo con alcuni grandi campioni tra cui Zverev e Thiem in programma dal 13 giugno a Belgrado.

Non è certo il caso di Djokovic, ma ci sono stati in passato casi di giocatori che hanno cambiato mano. Un caso famoso è quello di Alexander Volkov, tennista russo che dopo essersi infortunato più volte alla spalla destra, per proseguire l’attività decise giocoforza di diventare mancino riuscendo a salire fino alla 14esima posizione del ranking nell’agosto del 1993 conquistando in carriera tre titoli Atp. C’è poi Pavel Hutka, ceco di nazionalità e oggi 71enne, che era ambidestro e giocava indifferentemente con la mano destra e la sinistra: nel 1979 è stato numero 84 della classifica mondiale.

Anche miti del tennis femminile come Margaret Court (detiene il record di Slam vinti in carriera, 24) e Maureen Connolly cambiarono mano da ragazzine perché i loro allenatori ritenevano che fosse svantaggioso giocare con la mano sinistra. Idem, più di recente, la giapponese Kimiko date, leggenda del Sol Levante che ha continuato a giocare fino a 47 anni.


C’è poi Nadal: il maiorchino è diventato con gli anni un vero e proprio simbolo del “mancinismo” a livello mondiale, essendo il giocatore più famoso del globo a giocare con la mano sinistra. Prima di lui, altri mancini sono stai ai vertici del tennis mondiale: Rod Laver, Martina Navratilova, John McEnroe, Jimmy Connors, Goran Ivanisevic, solo per citare i più famosi. Ma in pochi sanno, appunto, che Rafa non è un mancino naturale. O meglio, con la mano sinistra fa solo una cosa: giocare divinamente a tennis. Per il resto fa quasi tutto con la mano destra. Secondo alcune ricostruzioni è stato lo zio del campione di Manacor, Toni, suo primo e storico allenatore fino a qualche anno fa, ad imporre al nipote l’uso della mano sinistra. Ricostruzioni, però va detto, smentite dai diretti interessati.
Visualizza questo post su Instagram

Left handed Nole 😆

Un post condiviso da Boris Bošnjaković (@boris_bosnjakovic_professional) in data:

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi