-
Campioni internazionali

Kyrgios esagera: “Murray più forte di Djokovic”. E sfida i Fab Three sui social

Una delle novità più interessanti di questa pausa forzata del circuito a causa della pandemia da coronavirus sono e conversazioni in diretta Instagram tra i protagonisti del circuito. Questa volta è toccato all’istrionico australiano e allo scozzese

di | 18 maggio 2020

Esagerato, irriverente, in fiume in piena. Se poi ammette candidamente di aver bevuto sei bicchieri... Nick Kyrgios non si smentisce e in una diretta Instagram con Andy Murray ne ha per tutti. Un vero e proprio show. “Tsitsipas e Zverev quando giocano la Laver Cup fanno finta di essere una squadra per una settimana all’anno, ma in realtà non si sopportano. Questa cosa mi fa girare le scatole…”. Quindi i complimenti e Murray e l’affondo su Djokovic: “Te l’ho detto diverse volte. Non voglio essere polemico, ma onestamente credo che tu sia un giocatore migliore Nole. Adesso la gente farà esplodere i social media dicendo che Djokovic ha vinto tanti Slam e così via. Ma lui giocava a palla avvelenata con il mio servizio, non riusciva a rispondere, e tu invece tiravi risposte vincenti come se nulla fosse. Io la penso così”. Un commento al quale lo scozzese ha risposto con prudenza e molta diplomazia sottolineando i numeri: “I risultati sembrano suggerire il contrario”. Djokovic ha conquistato 17 tornei dello Slam (due meno di Nadal e tre meno di Federer) contro i tre del britannico e nei confronti diretti il serbo è in netto vantaggio per 25 a 11. Da notare che Kyrgios ha vinto  una sola delle sei sfide con Murray, ma ha battuto Djokovic entrambe le volte che lo ha incontrato sempre nel 2017.

E per chiudere Kyrgios ha sfidato i Fab Three a partecipare ad una diretta instagram: "Novak, Rafa o Roger? Confrontiamoci con una discussione aperta e onesta". Nei giorni scorsi Nadal, con il quale l‘australiano non ha mai avuto buoni rapporti, aveva già rifiutato l’invito di Kyrgios a una diretta social. Attraverso i microfoni di “La Voce della Galizia” il campione spagnolo aveva commentato così la vicenda: "Tra noi c'è un gap generazionale e una differenza di età molto ampia e io credo che possa divertirsi di più con qualcuno più vicino al suo stile". Va ricordato che Rafa lo scorso anno ad Acapulco dopo aver perso contro il tennista di Canberra lo accusò apertamente di aver mostrato un atteggiamento irrispettoso nei confronti suoi e del pubblico. Accuse ribadite poi dallo zio e ex coach del maiorchino, Toni. Ora la palla passa a Federer e Djokovic...

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi