-
Campioni internazionali

Nole torna ad allenarsi in campo, ma arriva lo stop. E racconta a Masha: "Quella volta che giocai ubriaco...".

Prove di ripartenza per i primi due giocatori del ranking mondiale finalmente lavoro con la racchetta. Scoppia un caso Nole, poi chiarito dal circolo di Marbella dove il serbo potrà allenarsi da lunedì. E nella diretta Instagram scherza con la Sharapova. Il maiorchino ai media spagnoli ai media: "Pian piano proviamo a tornare alla normalità"

di | 06 maggio 2020

Prove di ripartenza, anche se con qualche intoppo. Il tennis si sta rimettendo in moto e questa settimana sono tornati in campo Djokovic e Nadal, ovvero i primi due giocatori del ranking mondiale. Nole ha postato sul suo profilo instagram il video di un suo palleggio su un campo in terra rossa al Tennis Club Puente Romano di Marbella, dove sta trascorrendo questo periodo di stop forzato del circuito a causa della pandemia da Covid-19 ospite con la sua famiglia del fratello Marko. Il video ha però scatenato un caso, visto che in Spagna sono state appena attenuate le misure di isolamento sociale e di libertà di movimento, ma gli impianti per la pratica dello sport non sono ancora stati riaperti. La federazione spagnola ha comunicato che i giocatori di alto livello hanno il permesso di allenarsi all’aperto, da soli o con un allenatore, ma la riapertura dei circoli e dei campi da tennis è in calendario lunedì 11 maggio. Immediato il dietro front del circolo che attenendosi alla decisione della federtennis spagnola ha deciso interrompere gli allenamenti di Djokovic, scusandosi per aver male interpretato la norma.

Lo stesso Djokovic ha anche proseguito nelle dirette Instagram e in questo periodo senza tennis sta dimostrando di cavarsela alla grande anche come presentatore. Questa volta ha ospitata Maria Sharapova, che si è ritirata dal tennis lo scorso febbraio. Divertente il passaggio in cui il serbo racconta che una volta è andato in campo dopo una sbronza. “Era la Coppa Davis, in Svezia, appena dopo aver vinto il mio primo Wimbledon. Non dovevo giocare quel week end, dopo il venerdì eravamo già avanti 2-0 così la sera ho festeggiato. Poi il sabato mi sono ritrovato in campo… Mettiamola così, la mia visione della palla non è stata ottimale in quel match…”.

Masha ha poi raccontato anche il segreto di una serata romantica tra i due. “Era un doppio misto di esibizione - ha detto la russa - tu eri ancora molto giovane non so se avessi ancora vinto un torneo o meno. Giocavamo uno contro l'altro e tu mi avevi detto che se avessi perso sarei dovuto venire a cena con te. E così è successo! Siamo andati a un ristorante giapponese, tu hai pure estratto una macchina fotografica compatta e hai chiesto al cameriere di farci una foto ricordo


 


Allenamento con racchetta anche per Rafa, che lo ha fatto su un campo privato di un amico, come ha spiegato lui stesso: “Sono riuscito ad allenarmi in una casa privata. Un mio amico ha una casa di campagna con un campo da tennis e siccome lui non c’è me l’ha lasciata - ha detto Nadal ai media spagnoli - sembra che poco a poco stiamo riuscendo a contenere il disastro, ora possiamo riprendere a camminare all’aperto, qualcosa di molto semplice che abbiamo sempre dato per scontato e che ora possiamo fare di nuovo”. Quanto all'ipotesi che la pandemia possa produrre una umanità migliore e più consapevole, Nadal è scettico: “Non credo nella nuova normalità. Mi piace quella vecchia, ma con adattamenti. Dobbiamo imparare da ciò che ci sta accadendo. Gli esseri umani hanno una qualità, una grande capacità di adattamento. Ma anche un difetto, una grande capacità di dimenticare”.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi