-
Campioni internazionali

Thiem il magnifico cerca la conferma

Per capire meglio chi sia Dominic Thiem, che difende il titolo a Indian Wells, è di grande aiuto tuffarsi nell’universo social. Su Instagram, dove è sbarcato a novembre del 2012, conta oltre un milione di followers. Online c’è una fetta importante della sua quotidianità, raccontata attraverso scatti che lo ritraggono in ogni situazione

di | 08 marzo 2020

Forte, ambizioso, maturo come non mai. Dominic Thiem è il personaggio del momento ed è pronto a difendere il titolo conquistato lo scorso anno a Indian Wells, la sua prima e fino ad ora unica affermazione in un Masters 1000. Il suo tennis è un mix esplosivo di potenza e precisione, di classe cristallina e strapotere atletico. Continua a battere i migliori e non per caso. La vetta del ranking non è più un’utopia.

Per capire meglio chi sia Dominic Thiem è di grande aiuto tuffarsi nell’universo social. Su Instagram, dove è sbarcato a novembre del 2012, conta oltre un milione di followers. Sull’importanza dei social media nel 2020 ha dichiarato: “È un fenomeno dei nostri giorni, tutti dovremmo accettarlo. Durante i tornei cerco di controllare poco il cellulare e concentrarmi esclusivamente sul campo. Campioni del calibro di Federer, Nadal e Djokovic hanno un grandissimo seguito e possono utilizzare i social per diffondere messaggi positivi. Abbiamo l’opportunità ed il dovere di farlo”.

Online c’è una fetta importante della sua quotidianità, raccontata attraverso scatti che lo ritraggono in ogni situazione. La gioia di un titolo, una dura sessione di allenamento in palestra, una delle sue terrificanti sbracciate di rovescio.

GUARDA THIEM IN VERSIONE OFF COURT

Famiglia e amici

Ma c’è altro. Tanto altro. Rivali in campo, non ancora sul quad. A fine novembre, subito dopo l’epica battaglia nell’ultimo atto delle ATP Finals di Londra, Dominic si è concesso qualche giorno nella splendida Islanda, lanciando una sfida a Stefanos Tsitsipas.

“Ho noleggiato un quad per gareggiare con te ma non ti ho trovato in nessun posto”, scrive Domi. Sfida soltanto rimandata. Spazio alla famiglia, allora, da sempre base sicura del campionissimo austriaco. Ecco una foto con papà Wolfgang (maestro di tennis, come mamma Karim) al ‘The Wizarding World of Harry Potter’ di Los Angeles ed una in compagnia del fratello Moritz (anche lui tennista professionista) a Miami, durante la preparazione invernale.

Non solo Instagram. Thiem, come molti altri colleghi, è attivo sui social a 360°. A dicembre del 2013 ha creato il suo profilo Twitter (dove è seguito da 178 mila persone), piattaforma usata per lo più a fini istituzionali e nei rapporti con gli sponsor. Il duello (a distanza, ma non troppo) con Tsitispas prosegue anche su YouTube. Dal 2018 anche Thiem ha il suo canale ufficiale (33.600 gli iscritti), dove carica highlights delle sue partite più belle e contenuti extra di ogni genere. Il greco può iniziare a tremare.

L'amore e l'impegno

E l’amore? C’è stato, tornerà. La storia con Kristina Mladenovic, iniziata all’alba del 2017, è finita e a confermarlo è stato proprio il nuovo numero 3 del ranking. “Una ragazza implica tempo, impegno, concentrazione. I calendari ATP e WTA coincidono soltanto in occasione degli Slam e dei tornei maggiori, dunque sono poche le opportunità di avere una serena vita in comune. Al momento non cerco una partner, anche se ovviamente non chiudo a nulla. Sono sicuro che in futuro vedrete nuovamente una ragazza sugli spalti fare il tifo per me”.

Una rottura silenziosa, come in silenzio i due avevano deciso di rendere pubblica la relazione. Inevitabile, ancora una volta, lo sguardo ai social, dai quali ‘Kiki’ ha scelto di eliminare ogni traccia del passato recente. Essere esempio, dentro e fuori dal campo. Un esempio positivo, attivo, concreto. La modernità di Dominic Thiem va oltre il tennis e si riflette nella vita di tutti i giorni. Commetteremmo un errore madornale se pensassimo ai professionisti del circuito come sofisticati automi in grado soltanto di sparare palle a 200 km/h, sollevare trofei e promuovere prodotti. Nel cuore del ragazzo di Wiener Neustadt c’è uno sconfinato amore per la natura e soprattutto tanta voglia di fare e di cambiare le cose.

Uno ‘Slam’ da vincere per rendere il mondo un posto migliore e più sicuro. In un’intervista rilasciata al sito ufficiale ATP, Thiem ha spiegato di sostenere “4ocean”, un’organizzazione che si sforza di preservare gli oceani e di creare un ecosistema più abitabile per la vita marina. “Navigavo su internet e mi ci sono imbattuto per caso – le parole del campione austriaco – scoprendo che si tratta davvero di un’ottima causa. L’inquinamento è uno dei problemi più grandi da affrontare, amo la natura e cerco di attivarmi ogni volta che posso”.

Il lato green

Lo ha fatto di nuovo, solo poche settimane fa, in occasione del torneo ATP 500 di Rio de Janeiro. Gli organizzatori lo hanno nominato ambasciatore della sostenibilità, ruolo che ancora una volta gli ha gonfiato il petto d’orgoglio. “Sono stato educato sin da piccolo a rispettare l’ambiente. I miei genitori si preoccupano molto e mi sono fatto coinvolgere con estrema semplicità. Ora che so di essere famoso voglio sfruttare al meglio la mia immagine per diffondere questo tipo di messaggio, ai miei fan e a tutto il mondo. L’industria dello sport può fare tanto ma l’impegno deve partire da noi. Uso meno plastica nella quotidianità, mangio poca carne e prodotti animali. Sogno un circuito più green”.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi