-
Campioni Next Gen

Sinner brilla a Berlino: batte anche il n.12 Bautista Agut. In finale sfiderà Thiem

Nella seconda parte del torneo esibizione Bett1Aces, quella che si gioca sul duro nell’hangar di un aeroporto, l’altoatesino dopo aver superato il russo Karen Khachanov, si è imposto sempre in due set sullo spagnolo Roberto Bautista Agut. Ora l'asticella si alza ancora: prossimo avversario il numero tre del mondo Thiem

18 luglio 2020

Ieri era toccato al numero 15 del mondo, il russo Karen Khachanov, sconfitto per 63 76 (3). Oggi in semifinale identico trattamento per il numero 12 Roberto Bautista Agut, semifinalista lo scorso anno a Wimbledon. Jannik Sinner continua a brillare nella seconda parte dell’esibizione berlinese Bett1 Aces, che si disputa sui campi “hard” della originale location presso l’hangar 6 del Tempelhof Airport. Il 18enne di Sesto Pusteria, numero 73 del ranking mondiale, ha sconfitto lo spagnolo sempre in due set con il punteggio di 76 (5) 62. Un confronto che avrebbe dovuto già andare in scena qualche giorno fa nella finale per il 3° e 4° posto della prima parte di Bett1Aces, quella disputata sull’erba allo Steffi Graf Stadium, nello storico impiato del Rot-Weiss Club di Berlino, ma annullato per il maltempo.

Nel primo parziale, dopo aver rimontato un break di svantaggio incassato in apertura, l’azzurro aveva già avuto due set point sul 5-4 con Bautista Agut al servizio, annullati entrambi dal 31enne spagnolo. Nel secondo set dominio assoluto di Sinner che ha messo in grande difficoltà il rivale con le sue accelerazioni da fondo campo, in particolare con il rovescio bimane.

Per l’allievo di Riccardo Piatti, che ha ripreso proprio in Germania questa settimana il contatto con i match, per quanto ancora nell’ambito delle esibizioni, l’asticella si alza ancora. In finale sfiderà l’austriaco Dominic Thiem, numero tre del mondo, che nell’altra semifinale ha sconfitto per 76 (4) 63 il tedesco Tommy Haas. Proprio Thiem pochi giorni fa ha battuto al match tie break del terzo set Matteo Berrettini nella finale della prima parte dell’esibizione tedesca, quella giocata sull’erba. 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi

elio
18 luglio 2020

Speriamo che Berrettini e Sinner continuino così. Fra un paio di anni vinceranno anche la coppa Davis.