-
Beach tennis

Italia regina d'Europa

Nei Campionati europei di beach tennis 2019 (pro e under), disputati a Kranevo in Bulgaria, gli azzurri respingono l'attacco della Russia

di | 13 settembre 2019

L'Italia batte la Russia 6-4 e resta regina d'Europa. La nazionale azzurra è riuscita a respingere l'attacco russo, conservando la storica leadership nei Campionati europei di beach tennis (pro ed under), disputati nella prima settimana di settembre a Kranevo in Bulgaria. Sui 10 titoli complessivi in palio, gli azzurri ne hanno incamerati 6: doppio femminile, doppio misto e titolo a squadre (nella categoria pro), doppio maschile under 14 e under 18 più doppio misto under 14 (nella categoria junior).

I due derby azzurri d'oro

Sofia Cimatti e Giulia Gasparri contro Flaminia Daina e Nicole Nobile. Sofia Cimatti e Tommaso Giovannini contro Flaminia Daina e Doriano Beccaccioli. Queste quattro coppie azzurre sono giunte in finale, rispettivamente nel doppio femminile e nel doppio misto, senza perdere un solo set: la prima potenza europea del beach tennis è ancora l'Italia. Per la cronaca i titoli sono andati a Cimatti/Gasparri e Daina/Beccaccioli. Per Cimatti è il quinto titolo europeo (quarto in doppio femminile negli ultimi cinque anni), per Gasparri è il terzo (secondo nel doppio femminile). Per Daina è il quinto titolo europeo (secondo nel misto), per Beccaccioli è il primo in assoluto.

Il doppio maschile resta straniero

Lo scettro europeo del doppio maschile, perso per la prima volta dall'Italia l'anno scorso a Jurmala (in Lettonia), è invece rimasto in mani straniere. Doriano Beccaccioli e Davide Benussi da una parte e Mikael Alessi e Tommaso Giovannini dall'altra si sono scontrati contro quella che sta divenendo una vera e propria dittatura. Pur separati, il russo Nikita Burmakin e lo spagnolo Antomi Ramos-Viera, tandem dominatore dell'estate 2019, hanno dettato legge anche a Kranevo. In semifinale Benussi/Beccaccioli sono andati vicinissimi al successo contro Burmakyn e Sergey Kuptsov, chiudendo alla fine al terzo posto dopo aver battuto Nikolai Gurev e Ivan Syrov e vendicato la sconfitta patita da Alessi/Giovannini contro il secondo binomio russo nei quarti di finale. I risultati complessivamente conseguiti dai pro azzurri nei tre tabelloni hanno consegnato all'Italia il titolo europeo a squadre, davanti alla Russia e alla Spagna. I pro italiani sono stati guidati dal capitano Simona Bonadonna.

La sfida italo-russa under finisce in parità

Sul fronte giovanile, la sfida Italia-Russia si è chiusa in pareggio: 3-3. Gli azzurrini, che complessivamente erano la metà dei russi (4 coppie contro 8), si sono dimostrati imbattibili nel doppio maschile con Mattia Bertonelli e Alessandro Galletti nell'under 14 e Niccolò Cattani e Riccardo Manenti nell'under 18. Il terzo oro è giunto dal doppio misto under 14, dove una finale tutta azzurra ha premiato Matilde Massai e Mattia Bertonelli su Elena Francesconi e Alessandro Galletti. Nel doppio femminile monopolio russo con due medaglie d'argento per i binomi italiani: Elena Francesconi e Matilde Massai nell'under 14, Giorgia Cancellieri e Camilla Spadoni nell'under 18. Oro per la Russia anche nel doppio misto under 18, secondo posto per Spadoni/Manenti e terzo per Cancellieri/Cattani. Gli azzurrini sono stati guidati dal capitano Michele Folegatti.

I Campionati europei

I Campionati europei di beach tennis 2019 si sono disputati a Kranevo in Bulgaria, sulle coste settentrionale del mar Nero, nella prima settimana di settembre. Hanno partecipato 126 atleti provenienti da 19 nazioni europee. La rassegna continentale, giunta all'edizione numero 12, si è strutturata in due parti: prima i tornei giovanili, dove la vecchia categoria unica (under 18) è stata suddivisa in due categorie (under 14 e under 18), e poi i tornei dei pro. Con l'introduzione dell'under 14 i titoli complessivi dei Campionati europei sono diventati 10: 3 nel doppio maschile (pro, under 14 e under 18), 3 nel doppio femminile (pro, under 14 e under 18) e 3 nel doppio misto (pro, under 14 e under 18), più quello a squadre (pro) assegnato in base ai piazzamenti ottenuti nei tornei di doppio.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi