Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Quale approccio al mondo dei pro hanno avuto nel corso del 2016 i nostri junior? Nella stagione andata in archivio è proseguito, in fatto di risultati, l'arretramento in atto dal 2013 pur con qualche eccezione.

di Viviano Vespignani

moroniA dicembre il ranking mondiale ATP racchiudeva 14 junior italiani e soltanto 9 nostre ragazze. I maschi hanno al più collezionato una semifinale con Gian Marco Moroni (nella foto) e nove quarti di finale, tre dei quali firmati dallo stesso Moroni. Le fanciulle invece hanno dalla loro anzitutto i due successi guadagnati a Sion, in Svizzera, da Lucia Bronzetti ed a Solarino, in Italia, da Ludmilla Samsonova, diciottenne russa che ha da tempo optato per i nostri colori. Ad esse si aggiungono tre finali con Federica Bilardo, Tatiana Pieri e Lucrezia Stefanini e due semifinali guadagnate da Bilardo e Bronzetti. Si tratta di risultati scaturiti unicamente nei tornei Futures e Women's Tour di basso montepremi, ovvero 10.000 dollari, e dunque è mancato l'exploit.

Lontane appaiono la stagione in gonnella del 2001, nella quale Roberta Vinci in fatto di tornei da 25.000 dollari vinceva in Gran Bretagna e Vietnam ed era seconda ad Alghero e Pamplona, in Spagna, guadagnando la 172esima posizione WTA, e quella del 2009 nella quale Camila Giorgi vinceva il 50.000 dollari di Toronto e il 25.000 di Katowicwe, in Polonia e nella quale, per di più, contammo altri sette successi in tornei dotati di montepremi minori. Lontana appare anche la stagione maschile del 2013 nella quale, in campo Futures, Matteo Donati andava a segno quattro volte e l' allora diciassettenne Gianluigi Quinzi vinceva a Casablanca il suo primo Futures (oltre che il titolo Junior di Wimbledon) e faceva segnare anche due semifinali e quattro semifinali che gli valsero la 328esima posizione in classifica ATP.

samsonovaLe suddette analisi trovano riscontro nei due ranking open ove l'azzurrino meglio piazzato è Gian Marco Moroni con la posizione numero 810 (la sola top 1000) e 21 punti ATP, mentre al top WTA in gonnella troviamo Lucia Bronzetti 720esima, Lucrezia Stefanini 737esima e Ludmilla Samsonova 770esima (nella foto). Come detto, sorprende la totale assenza degli under 16 che, viceversa, nel non lontano 2005 raggiunsero una lusinghiera quota undici tra maschi e femmine.

UN PO' DI STORIA...

E pensare che l'Italia conta addirittura due presenze femminili in età under 14: quella di Natassja Burnett nel 2006 (1449esima con 10 tornei all' attivo) e quella di Adriana Serra Zanetti nel 1990 (720esima). Abbiamo dunque nella stagione 2016 22 under 18 classificati nei rankings open di singolare (24 in doppio ove la diciassettenne Tatiana Pieri è 672esima), quota decisamente lontana dai 40 che contraddistinsero il 2006.

Tenendo presente la profonda evoluzione che il tennis open ha avuto, sotto ogni aspetto, dalla fine degli anni “ottanta” a questa parte, è evidente che non è possibile stabilire termini di confronto tra i risultati colti dagli junior di oggi con quelli firmati dagli azzurrini che troviamo in prima fila 25-30 anni or sono. Tuttavia, proprio in quegli anni l'Italia allevò una formidabile schiera di ragazzi e, soprattutto, ragazze capaci di scalare i valori open. Mi riferisco, tra le tante, in particolare a Katia Piccolini che, nel 1990 all' età di 17 anni, divenne numero 47 del mondo dopo aver vinto il WTA Tour di Atene, ed a Francesca Bentivoglio che nel 1993, a dispetto dei suoi 16 anni, fu 73esima. Più noto è l' exploit di cui si rese protagonista Diego Narciso nel 1988 quando contava 18 anni: a metà ottobre riuscì ad agguantare la 73esima poltrona mondiale.

GLI JUNIOR NELLE CLASSIFICHE MONDIALI
ATP maschile
810° Gian Marco Moroni, 1080° Andrea Guerrieri, 1067° Corrado Summaria, 1139° Riccardo Balzerani, 1211° Enrico Dalla Valle, 1241° Liam Caruana, 1336° Andres Gabriel Ciurletti, 1450° Luca Prevosto, 1556° Jacopo Berrettini, 1643° Carlo Donato, 1761° Marco Miceli, 1941° Matteo De Vincentis, 1992° Mattia Bedolo, 2024° Samuele Ramazzotti

WTA femminile
720° Lucia Bronzetti, 737° Lucrezia Stefanini, 770° Ludmilla Samsonova, 831° Federica Bilardo, 886° Tatiana Pieri, 1072°, 1198° Alessia Dario, 1250° Angelica Raggi e Giorgia Testa