Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies, compresi quelli di profilazione, sul proprio dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Con il successo di Dubai ha raggiunto quota 100 tornei in carriera. Merito anche della moglie Mirka che gli ha permesso di portare a casa tutti quei trofei, molti dei quali di forma e dimensione un po’ ‘improbabili’. Il giovane Tsitsipas avrà la stessa fortuna?

di Enzo Anderloni 

afildirete 919 w1Ogni volta che ne combina una delle sue, cioè abbatte un record, nascono nuove letture e interpretazioni sulla grandezza di Roger Federer. Dopo la millesima partita vinta a Brisbane nel 2015 e il 20° Slam di Melbourne 2018, il torneo n.100 conquistato a Dubai (che già vale di più dei 109 attribuiti a Jimmy Connors, come spieghiamo a pag.8) ha acceso i riflettori sui meriti della moglie Mirka. 

Sarebbe lei che in casa porta i pantaloni come avveniva dai Connors, con mamma Gloria e nonna Bertha a dettare la ‘roadmap’ per il successo. È comprensibile la necessità di inventare qualcosa di nuovo parlando di Roger, perché tutto è già stato scritto (da ‘Federer come esperienza religiosa’ di D. Foster Wallace in poi) e soprattutto perché, tra chi ha facoltà di penna, è impossibile frenare il desiderio di provare a rappresentare il genio e la sua bellezza attra-verso le proprie emozioni. 

afildirete 919 w2Di certo Mirka è una santa. Perché trovatela voi una moglie che vi lascia portare in casa otto (otto!) trofei come quello di Dubai.Un veliero cromato alto mezzo metro. 

E l’avete presente la Coppa di Halle? No? Forma, dimensione, cromatismi: 9 di quelle stroncherebbero chiunque, moralmente e fisicamente. E passi, si fa per dire, per i 9 trofei di Basilea, cose di casa, liberamente ispirati a quelli di Wimbledon(ma senza l’ananas in cima al coperchio) con un tocco di gigantismo anche loro. Ma vogliamo parlare dei 7 di Cincinnati? Che dopo 14 anni dal primo ingresso dai Federer, ogni volta che vengono spolverati creano ancora il dubbio se i manici vadano tenuti sotto o sopra? Il cristallo di Indian Wells se ti cade su un piede ti stronca la carriera. 

afildirete 919 w3Certo Roger si sarà fatto perdonare in mille modi. Il primo dei quali è stato di sicuro l’assegnone che ha sempre accompagnato questi complementi d’arredo. Avrà messo una rosa rossa nel sottile vaso di cristallo di Miami. E offerto le chiavi della Mercedes super-sportiva di Stoccarda. Ma Mirka resta santa. Resta da vedere se Stefanos Tsitsipas incontrerà una così sulla sua strada. Perché l’altra bella emozione che ci ha lasciato l’impresa di Federer è che il suo rivale di Dubai potrebbe essere un degno successore, in termini di carisma e spettacolo tennistico. Certo, alla sua maniera. Alla greca. O meglio da originale Millennial YouTuber, tra Jesus Christ Superstar e d’Artagnan. 

Nel godersi ancora una volta la contemplazione del tennis ‘velluto e saette’ alla Roger, tanti avranno apprezzato anche la varietà, l’eleganza e la potenza del gioco di Stefanos. Un altro mai noioso. Un altro che cerca la vittoria, sempre, ma non solo quella. Un altro cui ci potremmo appassionare e che finirà per riempire la casa di coppe. 

La sua Mirka sorriderà davanti al veliero gigante cromato o lo lascerà in braghette e borsone sul pianerottolo?

Articolo tratto dal n. 9/2019 di SuperTennis Magazine

 

Per scaricare il numero completo della nuova rivista settimanale potete CLICCARE QUI

Registrandovi al servizio My Fit Score potrete riceverla automaticamente ogni mercoledì via newsletter. La rivista è scaricabile (e stampabile) in formato pdf. 

 

SuperTennis Magazine – Anno XV – n.9 – 6 marzo 2019 

 

ST194 COVERIn questo numero

Prima pagina – Re di CoppePag.3

Circuito mondiale– Leggenda senza fine Pag.4

Terza pagina: Jimmy Connors, 109 volte indomabile Pag.8

Focus Next Gen – Giulio Zeppieri, tennista per caso Pag.10

Giovani – Sinner, scalatore precoce. Mai un azzurro come lui Pag.12

I numeri della settimana – Tsitsipas, il 1° Top 10 greco Pag.14

Il tennis in tv – Dal tour a… casa vostra Pag.15

Pre-quali IBI19 – Firenze: Turchetti e Pieri i primi ad andare a Roma Pag.16

Circuito Fit-Tpra–C’è Indian Wells, il 1° torneo imperdibile Pag. 20

Personal coach –PTR, un mondo col cuore in America Pag. 21

L’esperto risponde – Al tempo delle Maxima esistevano anche le racchette Sirola? Pag. 24