Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies, compresi quelli di profilazione, sul proprio dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Come lo scorso anno le due formazioni capitoline si contendono lo Scudetto maschile. Tra le donne la sfida è tra Tc Genova 1893 e le piemontesi del Tennis Beinasco. Si gioca dal 7 al 9 dicembre al PalaTagliate di Lucca

di Alessandro Nizegorodcew - foto Costantini, Fioriti, Getty Images

anioene festaAniene punta al poker, Parioli alla rivincita. Il Circolo Canottieri Aniene insegue in Toscana il secondo titolo consecutivo, che rappresenterebbe il quarto successo in nove stagioni dopo i trionfi del 2010, 2014 e 2017.
La rosa dei capitani Vincenzo Santopadre (più volte schierato in doppio nel corso della Regular Season) e Stefano Cobolli vanta la presenza dei fratelli Matteo e Jacopo Berrettini, di Simone Bolelli, Gianluigi Quinzi, Liam Caruana e alcuni giovani interessanti come Riccardo Perin e Riccardo Di Nocera. L’Aniene è giunto in finale dopo aver sconfitto, in due sfide quasi ‘epiche’, il Park Genova. L’andata, in scena a Roma sui campi indoor della Rome Tennis Academy causa maltempo, aveva visto prevalere i capitolini per 4-2, mentre al ritorno, sul 3-2 in favore dei liguri, è stato il doppio Berrettini-Bolelli a portare a casa il punto decisivo, dopo un match colmo di emozioni, con lo score di 6-7(14) 6-3 10-8.
Il Parioli, che lo scorso anno impensierì l’Aniene soprattutto grazie alle ottime prestazioni del serbo Zekic (che superò Matteo Berrettini in tre set), è giunto all’ultimo atto grazie a una squadra equilibrata e combattiva nonostante l’assenza per infortunio di Gian Marco Moroni. Matteo Fago, che non sarà presente a Lucca, ha ‘tirato la carretta’ sino ai play-off, durante i quali sono subentrati Thomas Fabbiano e Pietro Rondoni. Dopo aver vinto l’andata della semifinale per 4-2 in casa dell’Angiulli Bari, i ‘pariolini’ hanno tremato non poco nel match di ritorno, che li ha visti andare sotto 0-2 dopo i primi due singolari. Il giovane Andrea Bessire e Thomas Fabbiano hanno poi riportato il match in equilibrio prima dei doppi. Doppi che hanno permesso al Parioli di staccare il pass per Lucca grazie alla coppia Zekic-Fabbiano.

Genova-Beinasco, finale per cuori forti

samsonovaSarà una sfida equilibrata e incerta, in campo femminile, quella tra USD Tennis Beinasco e Tennis Club Genova 1893. Genova è giunta in finale dopo due match piuttosto combattuti di play-off, tra andata e ritorno, contro il Tc Prato. Le liguri si erano imposte per 3-1 in trasferta, per poi controllare agevolmente al ritorno. La veterana Alberta Brianti guiderà in finale le giovanissime Liudmila Samsonova e Lucia Bronzetti alla ricerca di un titolo che manca, sotto la Lanterna, dal 2014. Il Tc Genova 1893 torna così a giocarsi il tricolore dopo l’assenza del 2017 confermando quel trend che era iniziato nel 2013 e che aveva visto le liguri disputare ben quattro finali consecutive (una vinta, tre perse). Molto più sofferta la qualificazione per Beinasco, nonostante la bellissima vittoria nella semifinale di andata, in trasferta, contro Lucca. Al ritorno, la corazzata piemontese che vanta in rosa Anastasia Grymalska, Giulia Gatto-Monticone, Rebecca Sramkova, Federica Di Sarra e la giovanissima Federica Rossi, è stata sconfitta in casa per 3-1; poi il doppio di spareggio vinto ha dato il via alla festa. Dopo una giornata infinita, il pubblico di Beinasco è esploso in un urlo di gioia grazie al successo decisivo di Federica Rossi e Federica Di Sarra (6-4 6-0 su Alice Matteucci e Jasmine Paolini).

La formula e il programma

pala tagliateLa finale femminile vedrà in scena 3 singolari e 1 doppio. Le due compagini hanno l’obbligo di schierare almeno una componente under 30 del vivaio (tesserati per il circolo per due anni, anche non consecutivi, da under 12, 14 o 16) in singolare così come in doppio. Sull’eventuale punteggio di 2-2 viene disputato un doppio di spareggio.
La finale maschile invece si basa su 6 incontri (4 singolari e 2 doppi). Ogni club è obbligato a schierare due giocatori under 30 provenienti dal vivaio sia in singolare che in doppio. Sull’eventuale 3-3 viene giocato un doppio di spareggio. I doppi vedono applicata la regola del ‘no ad’ con super-tie break nel terzo e decisivo set. Sia nel maschile che nel femminile c’è la possibilità di schierare un giocatore straniero. Il week-end di Lucca si aprirà venerdì 7 dicembre, dalle ore 17, con i primi due singolari femminili. Sabato 8 dicembre, a partire dalle ore 11, si alterneranno match femminili e maschili, mentre la giornata di domenica 9 dicembre sarà incentrata sulle ultime sfide del derby Aniene-Parioli. Per una volata scudetto lunga tre giorni.