Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies, compresi quelli di profilazione, sul proprio dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Quest’anno la strada verso il Foro Italico è aperta anche agli amatori. Vediamo, passo dopo passo, come si fa a partecipare alla fase 1. Che ha già dato il via in 13 regioni agli Internazionali BNL d’Italia 2018

di Claudia Pagani

foto tpraPartecipare agli Internazionali BNL d’Italia che si disputano a Roma nella meravigliosa cornice del Foro Italico è un sogno per ogni tennista. Un’emozione unica cui possono aspirare tutti i giocatori italiani in possesso di una tessera Fit, agonistica o non-agonistica, valida per l’anno 2018, dagli 11 anni in su. Anche Marcello, che ha 43 anni ed è stato C2 negli Anni ‘80, e ora ha una tessera Fit non agonistica, può partecipare alle Pre-qualificazioni IBI18. Deve iniziare la sua corsa verso il Foro partecipando in prima istanza ai tornei del circuito Fit-Tpra organizzati nella provincia in cui è tesserato nei primi mesi dell’anno e dedicati agli Nc, ai 4.6, ai 4.5 e ai 4.4.

Come ci si iscrive
Marcello deve iscriversi a una delle tappe della fase 1 andando sul sito www.tpratennis.it e nel menu “Pre-Quali IBI18” individuare la tappa alla quale desidera partecipare, cliccare su “Partecipa”, effettuare il login (se si ha già un profilo giocatore Fit-Tpra oppure completare l’iscrizione inserendo alcuni semplici dati: il numero di tessera Fit agonistica o non agonistica, il proprio nome e cognome, un indirizzo e-mail e un numero di telefono). Una volta iscritto al torneo non dovrà fare altro che giocare e divertirsi, cercando di ottenere la qualificazione alla seconda fase. Se centra l’obiettivo, Marcello poi passerà a confrontarsi con i tabelloni dei 4.3, 4.2, 4.1 e dovrà quindi richiedere al circolo per prima cosa di convertire la sua tessera non agonista in tessera agonistica, con relativo certificato medico, e confermare l’iscrizione tramite la mail di invito che riceverà.

foto tpra 2Anche i ragazzi che partecipano alla scuola Sat dei Circoli e i giocatori con tessera agonistica con classifica da Nc a 4.4 dovranno seguire gli stessi passaggi: prima di accedere ai tabelloni di “Quarta” della seconda fase si passa dai tornei Fit-Tpra. È l’unico modo di conquistare una Wild Card.

Le regole di gioco
Le partite, in questa fase, si disputeranno con punteggio “Next Gen ridotto”, ovvero due set ai 4 game con tie-break sul 3 pari e vantaggio AWT (Killer Point al secondo vantaggio, chi risponde sceglie il lato) e tie-break a 7 punti al posto del terzo set. I tornei di questa prima fase non attribuiscono punti per la classifica agonistica, ma assegnano punti validi per il circuito amatoriale Fit-Tpra come da regolamento dei Master 1000.
Il massimale della quota di iscrizione è fissato in 15 euro per i tornei outdoor e in 20 euro per i tornei indoor (comprensive di 7 euro di quota Fit). Da notare che le wild card dovranno pagare l’iscrizione al successivo torneo della fase 2, quella provinciale di Quarta categoria.