Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

La Sharapova conquista nel 2011 il suo primo titolo al Foro Italico, dopo le semifinali del 2005 e 2008, nell’anno in cui Djokovic domina il mondo e infila a Roma altre perle alla sua clamorosa serie vincente

di Alessandro Mastroluca – Foto A. Costantini

2011 Novak Djokovic2011
Vincitore: Novak Djokovic (SRB)
Belgrado, 29 maggio 1987
“Guarda in dvd quelli che scalano l'Himalaya. Negli ultimi 200-300 metri prima della vetta, vanno avanti solo di volontà, perché la testa comanda sul fisico e ti fa migliorare sempre”. Igor Cetojevic, nutrizionista e motivatore, ha dato così la svolta alla carriera di Novak Djokovic. Nel 2011 il serbo diventa il primo giocatore che non si chiami Federer o Nadal a chiudere al numero 1 del mondo dal 2003. Disputa una delle migliori stagioni di sempre: vince tutte le prime 37 partite giocate, 70 su 76 in tutto l'anno, non lontano dal leggendario 1984 di McEnroe, dal 1974 dei 99 successi e 4 sconfitte di Connors, dal 2005 di Federer (81-4). Conquista tre Slam e cinque Masters 1000, ottiene 21 vittorie su 25 contro i top 10, 10 su 11 contro Federer e Nadal. È proprio il maiorchino l'avversario del serbo nella finale di Roma. La partita del torneo, però, rimane la semifinale vinta contro il miglior Murray mai visto fino a quel momento sulla terra rossa. Lo scozzese, primo britannico a spingersi così avanti al Foro Italico dal 1932, paga la disabitudine ai grandi match e si arrende dopo 3 ore e 2 minuti al tiebreak del terzo. Djokovic ha chiuso al sabato oltre le 23, la domenica la pioggia un po' lo aiuta nel togliere a Nadal le certezze in due dei suoi feudi, Madrid e Roma. La sua 39ma vittoria consecutiva nasce da una maggiore aggressività che lascia il maiorchino senza risposte. Nole vede i 46 successi di fila, il record di Vilas. Ci vorrà un Federer in versione “mago”, a Parigi, per cancellare il sogno.

2011 Maria SharapovaVincitrice: Maria Sharapova (RUS)
Nyagan, 19 maggio 1989
La storia di Maria Sharapova a Roma si può dividere in due periodi distinti. Prima del 2011, Sharapova aveva giocato al massimo due semifinali, nel 2005 (fermata a un set dalla finale, un po' a sorpresa, contro Patty Schnyder) e nel 2008 (batte Cibulkova e Wozniacki, dà forfait però contro Jankovic). Dal 2011, diventa la regina di Roma. Non è più “una mucca sul ghiaccio” quando gioca sulla terra rossa e un anno dopo diventerà la decima giocatrice a completare il Career Grand Slam dopo Maureen Connolly, Doris Hart, Shirley Fry, Margaret Smith Court, Billie Jean King, Chris Evert, Martina Navrátilová, Steffi Graf e Serena Williams. 35 titoli in carriera, 22 settimane al numero 1 del mondo e l'argento olimpico di Londra puntellano la storia della siberiana che in quel 2011, a Roma, beneficia del forfait di Vika Azarenka, a metà del secondo set, nei quarti. La semifinale contro Wozniacki, la sua decima sfida contro una numero 1 del mondo, è un'esibizione di pazienza e freddezza. La terza vittoria stagionale contro una top-10 la proietta da favorita alla finale contro Samantha Stosur, che sconfiggerà per l'ottava volta in altrettanti incontri. Troppa la differenza di classe e di esperienza, esacerbata dalle tre ore di pioggia che hanno spostato in avanti l'inizio della finale. Inizia così la nuova era della regina Maria.